Quotidiano Nazionale logo
16 mar 2022

Un fondo d’emergenza per accogliere i rifugiati

La Fondazione comunitaria apre un conto corrente per catalizzare le donazioni "L’obiettivo è garantire. una sistemazione rapida"

Il presidente Giancarlo Albini
Il presidente Giancarlo Albini
Il presidente Giancarlo Albini

La Fondazione comunitaria della provincia di Pavia, insieme alla Provincia, all’Università, ai Comuni di Pavia, Vigevano e Voghera, e in accordo con la prefettura, ha costituito il “Fondo emergenza Ucraina“ per supportare l’accoglienza delle persone in fuga a seguito dell’invasione dell’esercito russo. Si tratta di un contenitore a cui tutti possono indirizzare le proprie donazioni per fornire un aiuto concreto e urgente.

"L’obiettivo – spiega Giancarlo Albini, presidente della Fondazione – è garantire una sistemazione rapida dei profughi secondo un modello di accoglienza diffusa, che punti all’inserimento di piccoli gruppi nella vita ordinaria delle comunità accoglienti e faciliti così l’integrazione. La Fondazione, mettendo a disposizione la propria struttura e le proprie competenze, diventa lo strumento per catalizzare le donazioni al fondo".

L’erogazione dei contributi potrà avvenire in qualsiasi momento, anche più volte nel corso dell’anno, nei limiti delle somme disponibili. Le donazioni dovranno essere versate su un conto corrente dedicato, aperto da Banca Intesa Sanpaolo e intestato alla Fondazione comunitaria della provincia di Pavia onlus. L’Iban è: IT 60 M 03069 09606 100000172009. Causale: fondo emergenza Ucraina. M.M.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?