Carabinieri
Carabinieri

Breme Lomellina, 18 ottobre 2019 - Quando ha visto il sindaco e le assistenti sociali che avrebbero dovuto eseguire un provvedimento del Tribunale per i Minorenni di Milano che aveva disposto l'allontanamento da casa di cinque dei suoi sei figli, si è barricata in casa. E poi ha minacciato di tagliarsi la gola con un coccio di vetro. E' accaduto questa mattina a Breme. Per convincere la donna a recedere dal suo intento sono intervenuti i carabinieri. A quel punto la donna, una rumena di 39 anni, che vive con il marito connazionale quarantenne ed i figli nel centro Lomellina si è calmata.

E mentre i figli, tutti minorenni, sono stati accompagnati in una struttura protetta, è stata trasportata al Pronto soccorso dell'ospedale di Vigevano per un trattamento sanitario obbligatorio.