Tasse invariate per il 2024 ma Dup bocciato

Nessun aumento delle tasse e delle tariffe nel bilancio 2024 del Comune di Pavia. Il documento unico di programmazione è stato criticato per la mancanza di contenuti e una visione di lungo periodo. Mancano investimenti per la riqualificazione del centro e il turismo.

Tasse invariate per il 2024 ma Dup bocciato

Tasse invariate per il 2024 ma Dup bocciato

Nessun aumento dell’addizionale Irpef, dell’Imu e delle tariffe per i servizi a domanda individuale. I prezzi del gas naturale e dell’energia elettrica si sono stabilizzati e quindi nel bilancio 2024 del Comune gli scaglioni della tassazione Irpef passeranno da quattro a tre. L’assessore al bilancio Mara Torti lo ha annunciato l’altra sera illustrando il bilancio di previsione 2024-2026 in Consiglio comunale. La prima serata di una lunga maratona in cui dovrà essere approvato separatamente il documento unico di programmazione, però, si è concentrata sul Dup. "Un documento povero di contenuti – ha detto Alice Moggi di Pavia a colori che quest’anno non ha presentato emendamenti –. È l’ultimo dell’amministrazione Fracassi, ed è una fotocopia di quanto previsto anche malamente negli anni precedenti".

Molto critica anche Angela Gregorini che ha puntato l’accento sulla mancanza di una visione di lungo periodo: "Pavia è una città universitaria – ha detto – e nel Dup, non si parla di creare degli spazi, di illuminare di più certe zone, di pensare a eventi. Si dice soltanto che la polizia locale verrà impiegata per il motivo per il quale è stata assunta. Inoltre, non si parla di innovazione e di sviluppo. Per il turismo ci sono 150mila euro, se noi vogliamo che Pavia entri nei circuiti internazionali questi soldi non sono sufficienti". "Nel Dup non sono elencate le opere di cui Pavia avrebbe bisogno – ha aggiunto Vincenzo Nicolaio del Movimento 5 stelle –. Il centro è sporco, quasi tutte le strade hanno almeno una buca. La riqualificazione del lungoticino che costerà 7 milioni di euro provocherà disagi e problemi ai cittadini togliendo i parcheggi. È stato bocciato dalla commissione paesaggio. Con una parte di quei soldi sarebbe stato meglio restaurare il castello di Mirabello anche in previsione del 500° anniversario della battaglia di Pavia che ricorrerà l’anno prossimo. Invece no, al castello di rifarà il tetto e il muro di recinzione".

M.M.