Bullismo
Bullismo

Pavia, 23 maggio 2019 - Dal bullismo alla violenza, in classe. E' successo all'Itis Cardano, lo stesso istituto pavese già balzato alla ribalta delle cronache nel dicembre dello scorso anno, quando dello spray al peperoncino era stato spruzzato negli spogliatoi della palestra con una maxi-emergenza sanitaria, per fortuna risolta senza conseguenze gravi.

E, prima ancora, nel giugno dell'anno precedente, quando i consueti sfottò con i 'vicini' del liceo scientifico Copernico, nell'ultimo giorno di scuola, erano degenerati in guerriglia urbana. Questa volta è successo in classe, durante una lezione di lettere. Un 15enne, che pare fosse preso di mira con insulti già da mesi, è stato letteralmente aggredito da un compagno di classe, subito supportato da altri 'gregari': gli hanno sbattuto la testa contro il banco, facendolo sanguinare. Bullo e bullizzato sono stati subito convocati dalla preside, Giancarla Gatti Comini, ma non hanno fornito spiegazioni per chiarire l'episodio. La ferita non sembrava poi così grave e non è stato chiamato il 118.

All'uscita da scuola, vedendo il volto del figlio ancora arrossato, i genitori lo hanno portato in pronto soccorso, dove gli è stato riscontrato un trauma cranico con lesione alla retina dell'occhio sinistro, per una prognosi di 20 giorni. Dimesso dall'ospedale, al momento il ragazzino ha perso la vista dall'occhio, anche se i medici sperano che la possa recuperare. Oggi la denuncia ai carabinieri.