Nella nuova sede di Sea Vision è stato inaugurato ieri pomeriggio Visions 21, percorso d’arte contemporanea che trasforma gli spazi aziendali in una galleria d’arte diffusa. "Un’azienda - spiega Luigi Carrioli, presidente di Sea Vision Group e principale animatore dell’iniziativa - è una realtà complessa e un soggetto centrale nell’organizzazione della vita economica e sociale del territorio in cui si trova. E’ un nodo in cui si incontrano gli interessi di tante persone. Tra questi rientra anche l’arte, che ha il compito di far riflettere, di suscitare emozioni". Il vernissage di ieri pomeriggio, pur se a invito nel rispetto delle norme anti-Covid, è stato anche l’occasione per Sea Vision, azienda leader nella progettazione di sistemi di visione e serializzazione farmaceutica, di presentare pubblicamente la nuova sede, in via Treves, che non era stata inaugurata con un’apposita cerimonia per il periodo di pandemia.

Con i 4mila metri quadri di uffici che diventano anche spazi espositivi per le opere, fino al 23 gennaio 2022, di 4 artisti: Linda Carrara, Roberto Fanari, Marco Fantini e Fabio Roncato. Oltre a essere quotidianamente fruibile dai lavoratori e collaboratori, il percorso artistico è a disposizione anche del pubblico esterno (previa prenotazione, all’indirizzo e-mail: artevents@seavision.it). S.Z.