Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Scappa dai carabinieri, ma viene preso. L’auto era rubata

Barbianello, per eludere il controllo dell’Arma ha tentato di portare il veicolo in un cortile

Si è infilato in un cortile privato per evitare il controllo dei carabinieri, ma il maldestro stratagemma è stato vanificato dai militari, che hanno poi scoperto la provenienza furtiva dell’auto e denunciato il presunto responsabile. A.H., 40enne domiciliato a Torino, apolide e pregiudicato, nel pomeriggio di domenica è stato notato a Barbianello alla guida di un’Alfa 159 da una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Santa Giuletta. Non è infatti sfuggita ai militari la manovra del conducente per eludere il controllo.

E così lo hanno seguito nel cortile privato dove il 40enne aveva maldestramente cercato di trovare un improvvisato nascondiglio. All’immediato accertamento in banca dati della targa dell’automobile è subito emerso il motivo del fallito tentativo di evitare il controllo dei carabinieri: l’Alfa Romeo è infatti risultata rubata a Magnago (Milano) il 23 febbraio, con denuncia sporta dal proprietario alla Stazione carabinieri di Castano Primo (Milano).

L’automobile è stata quindi temporaneamente affidata alla custodia di una ditta di soccorso stradale, in attesa di essere restituita al legittimo proprietario, a poco più di due mesi dal furto. Nel frattempo l’automobilista sorpreso sul mezzo rubato è stato deferito, in stato di libertà, per ricettazione.

S.Z.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?