Quotidiano Nazionale logo
4 apr 2022

Fugge dalla guerra e torna in Italia: malato oncologico non trova posto nell’hospice

La situazione di Fugazza sembra difficile da risolvere

manuela marziani
Cronaca
pavia - FUGAZZA DOMENICO (ITALIANO PAZIENTE ONCOLOGICO) Ukraine -con la famiglia - foto torres
Domenico Fugazza con la sua famiglia

Pavia, 5 aprile 2022 -  Scappato dalla guerra, sta molto male Domenico Fugazza, ma non riesce a trovare un posto all’hospice. Italiano e sposato con una ucraina, è stato tra i primi ad arrivare a Pavia appena i russi hanno invaso il Paese nel quale viveva da quando aveva deciso di lasciare l’Italia e trasferirsi a Leopoli per amore. Nato a Zeccone 70 anni fa, improvvisamente il paziente oncologico si era trovato costretto a fare i bagagli e a salire su un pullman con la moglie Nadya Mariyko e sua figlia Ivanna Voznyak, madre di due bimbi di 7 e 2 anni. In un attimo per la famiglia si è attivata la rete di solidarietà e tutti hanno trovato ospitalità in una grande casa proprio di Zeccone, che hanno raggiunto con la Croce verde.

Ma dove è arrivato il cuore grande dei pavesi, si è fermata la burocrazia. La situazione di Fugazza sembra difficile da risolvere: è residente all’estero e ora fatica ad avere una regolare residenza. "Appena sono arrivati – racconta Carmen Silva dell’associazione “Ci siamo anche noi“ che li ha accolti e seguiti – ho accompagnato Domenico in ospedale per i controlli. Avrebbe dovuto fare l’ecografia, ma la prenotazione non è stata data rapidamente, forse perché sull’impegnativa non c’era “urgente“".Come previsto dalle norme, tutta la famiglia ha una tessera sanitaria temporanea, un medico, i bambini frequentano la scuola e due donne devono cercarsi un lavoro. Domenico, invece, non riesce ad avere una regolare residenza e questo blocca il suo trasferimento in un hospice. "Pare non sia stata prevista l’eventualità che possano arrivare italiani residenti all’estero – aggiunge Silva – eppure ci sono. Dal caso di Domenico spero si prenda spunto per prevederli". 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?