Quotidiano Nazionale logo
1 apr 2022

Palazzina incendiata Diciotto famiglie rientrano in casa

A Vigevano in viale Montegrappa tre mesi dopo il rogo

umberto zanichelli
Cronaca
I danni causati dallle fiamme scatenate il 3 gennaio da un corto circuito nelle cantine sono stati ingentissimi: il ripristino è costato più di 230mila euro
I danni causati dallle fiamme scatenate il 3 gennaio da un corto circuito nelle cantine sono stati ingentissimi: il ripristino è costato più di 230mila euro
I danni causati dallle fiamme scatenate il 3 gennaio da un corto circuito nelle cantine sono stati ingentissimi: il ripristino è costato più di 230mila euro

di Umberto Zanichelli

Sono stati necessari tre mesi di attesa per fare definitivamente rientro a casa. Domani 18 delle 19 famiglie che vivono nella palazzina di sei piani di viale Montegrappa torneranno nei loro alloggi. Per l’ultima, che ha la casa al pianterreno, ci sarà da attendere sino al completamento degli ultimi interventi. I danni causati dal rogo che si era scatenato nel tardo pomeriggio del 3 gennaio a causa di un corto circuito nelle cantine, sono stati ingentissimi: il ripristino è costato più di 230mila euro.

"Ci sono ancora interventi minori da portare a termine – spiega Alessandra Torelli, amministratrice dell’immobile – ma non precludono l’utilizzo degli spazi comuni e privati. Contiamo sulla collaborazione degli inquilini per quanto attiene le zone cui per ora non è consentito l’accesso". Mercoledì, con l’agibilità dell’immobile già ottenuta, è stato effettuato un ulteriore controllo sulle messe a terra e l’ascensore.

"In questi mesi abbiamo lavorato tutti i giorni per accelerare al massimo il rientro degli inquilini – commenta Torelli – Un impegno in team che ha dato risultati importanti. Ad esempio siamo riusciti a ottenere la prima parte della liquidazione da parte dell’assicurazione in quasi la metà del tempo solitamente richiesto. Oggi si procederà a una pulizia degli spazi comuni prima di ritornare alle abitudini di sempre, con la pulizia infrasettimanale e l’esposizione dei sacchi della spazzatura. Domani provvederemo a installare nuovamente la serratura dell’ingresso, che avevamo cambiato subito dopo l’incendio, in modo che tutti i residenti possano accedere al condominio e al contempo sospenderemo il servizio di vigilanza notturna che avevamo attivato a garanzia dei beni degli inquilini. Pensiamo di avere operato con precisione e puntualità, informando ogni giorno i residenti sullo sviluppo della vicenda. Ora, finalmente, tutto potrà tornare alla normalità".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?