Corteolona (Pavia), 6 luglio 2018 - Non ce l’ha fatta Ciro Mirante, il giovane di soli 20 anni, ricoverato in coma dal 24 giugno scorso in Rianimazione al Policlinico di Pavia dopo un terribile incidente stradale in cui era rimasto coinvolto assieme ad un amico. Un tremendo impatto forse frontale, avvenuto poco dopo la mezzanotte del 23 giugno scorso, nei pressi di Pieve Porto Morone lungo la ex statale della Valtidone. Ciro, residente a Corteolona, era seduto a fianco del conducente, M.D.R., 25 anni che guidava la Fiat Punto che si è scontrata con una Ford Focus proveniente in senso contrario e condotta da un 47enne residente a Novegro.

Ai soccorritori le condizioni di Ciro Mirante che, dopo il diploma all’Istituto Superiore “Faravelli” di Stradella, lavorava per la Sda Courier Expres,erano apparse subito gravissime ed era stato trasportato in ambulanza al Policlinico di Pavia. Feriti, ma in maniera meno grave, sia il conducente che era alla guida della Punto su cui si trovava il giovane ventenne sia il conducente dell’altra auto coinvolta e su cui viaggiavano altre tre persone. Per garantire le cure immediate ai feriti, si era reso necessario il ricovero in diversi ospedali della zona: oltre che al Policlinico di Pavia, in quelli di Lodi, Codogno e Stradella. Ciro Mirante aveva riportato un grave trauma cranico ed una profonda ferita alla gola da cui, purtroppo, non si è più ripreso.