Pavia, 12 settembre 2018 - Mario Melazzini torna a Pavia dove ha lavorato come oncologo e come direttore di Istituto. Da oggi è il nuovo direttore scientifico della Ics Maugeri Spa Società Benefit. Succede a Silvia Priori, chiamata a un nuovo delicato incarico, sempre nell’ambito delle attività di ricerca. Melazzini 60 anni, pavese, ha da poco concluso il suo mandato come direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco – Aifa.

“Proprio anche grazie all’esperienza acquisita nel mio percorso di medico e di ricercatore in Maugeri - ha detto Melazzini - ho potuto svolgere e ricoprire negli anni, ruoli tecnici, politico-amministrativi e di gestione del sistema sanitario e della ricerca. Ritorno in questo gruppo avendo chiara la possibilità di dare un contributo a rilanciarne la credibilità in ambito scientifico, grazie al grande patrimonio rappresentato dai ricercatori presenti nei 18 istituti Maugeri, di cui 11 Irccs, in tutta Italia. Il mio obiettivo sarà aumentare il carattere traslazionale delle nostre ricerche, favorendo una maggiore ricaduta dei risultati sui percorsi clinico-assistenziali a favore dei pazienti”.

Paolo Migliavacca, direttore generale, si è detto “particolarmente lieto del rientro di Melazzini, per la straordinaria opportunità di dare, con la sua presenza, un grande impulso al governo della ricerca in Maugeri, che è funzionale alla qualità del servizio clinico. Melazzini ha la rara caratteristica di coniugare competenza scientifica e capacità di farsi carico di responsabilità manageriali”.

Il direttore generale ha anche spiegato che Priori, cardiologa molecolare di fama internazionale e professore ordinario nell’Università di Pavia, “assumerà il compito di sviluppare e coordinare la presenza scientifica di Maugeri nell’area delle terapie innovative. Alla professoressa Priori - ha detto Migliavacca - va riconosciuto il merito di aver seguito con particolare slancio l’attività scientifica del gruppo in questo periodo di transizione”.

L'importanza della nomina di Melazzini è sottolineata anche dal presidente, Gualtiero Brugger, e dall'amministratore delegato, Gianni Giorgi, secondo i quali "il rafforzamento dell'organizzazione e della gestione della ricerca dimostra la priorità riconosciuta da Ics Maugeri al proprio impegno scientifico a favore dei pazienti e della collettività”.