Voghera, 10 marzo 2018 - Un litigio tra coniugi per futili motivi. Poi, all’improvviso, la coltellata. Una donna di cinquant’anni è stata denunciata per lesioni aggravate per aver colpito con un fendente il marito, al culmine di un diverbio. La violenta lite che ha portato all’aggressione con l’arma è divampata giovedì sera intorno alle 20,30 in un’abitazione alla periferia di Voghera, in via Barbieri. Marito e moglie, entrambi italiani, hanno avuto un alterco per banali motivi, ancora da accertare, poi la situazione è improvvisamente degenerata. La donna infatti, al culmine dell’ira, ha afferrato un coltellaccio da cucina e ha colpito il marito, per fortuna solo di striscio, provocandogli una ferita superficiale. Poi, la donna si è sentita male e si è accasciata a terra, ha perso i sensi, sembra fosse in preda a una forte reazione fisica ed emotiva a quanto era appena successo.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Voghera e un’ambulanza del 118. L'uomo ha rifiutato le cure dei sanitari, le sue condizioni non sono gravi, non ha voluto andare in Pronto soccorso. Non è quindi stato preparato un referto che attestasse la sua prognosi. È stata portata in ospedale invece la donna, che è stata visitata in seguito al malore che ha accusato dopo l’aggressione. Anche le sue condizioni per fortuna non sono gravi. E' stata denunciata per lesioni aggravate per via dell’utilizzo del coltello come arma, attualmente si trova in stato di libertà. Al momento non risulta ci siano disposizioni della Procura su un eventuale allontanamento della denunciata dalla casa in cui i due vivono. Da chiarire l’ambito in cui è maturata la lite e le cause che hanno portato all’aggressione. Sembra che il clima familiare fosse da tempo turbolento, una quotidianità di litigi tra i due coniugi. Le indagini dei carabinieri permetteranno di far luce sulle circostanze dell’aggressione: i coinvolti saranno sentiti riguardo all’accaduto.