Legalmente vendeva cannabis “light” nel negozio che gestiva in una zona semicentrale di Pavia, illegalmente però cedeva marijuana che teneva nell’esercizio commerciale e in casa. Gli agenti della sezione Narcotici della Squadra Mobile hanno scoperto il traffico di S.F., 27 anni e lo hanno arrestato per il reato di...

Legalmente vendeva cannabis “light” nel negozio che gestiva in una zona semicentrale di Pavia, illegalmente però cedeva marijuana che teneva nell’esercizio commerciale e in casa. Gli agenti della sezione Narcotici della Squadra Mobile hanno scoperto il traffico di S.F., 27 anni e lo hanno arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Al giovane i poliziotti sono arrivati martedì sera nell’’attività di contrasto al fenomeno del traffico di droga nel Pavese Effettuando controlli gli agenti avevano saputo che, in quel negozio, non tutto avveniva nel rispetto della legge e, infatti, all’interno hanno riscontrato alcune irregolarità circa la conservazione della canapa. In particolare, sono state trovate alcune bustine aperte e alcuni barattoli contenenti canapa di dubbia provenienza. Insospettiti dall’evidente nervosismo del 27enne, i poliziotti si sono spostati nell’abitazione del titolare del negozio che si trova in provincia di Pavia, per effettuare una perquisizione.

Nel garage hanno rinvenuto poco più di 4 kg di marijuana, alcune piante ancora in essiccazione, rametti e foglie già essiccate oltre a vario materiale per la pesatura e il confezionamento dello stupefacente come una macchina per termosaldare i sacchetti. Accanto a tutto questo sono stati pure trovati 750 euro in banconote di vario taglio che, presumibilmente, sono provento dell’attività di vendita della droga. Lo stupefacente ed il denaro sono stati sequestrati, mentre l’uomo, tratto in arresto, è stato tradotto in carcere a Pavia a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Manuela Marziani