Quotidiano Nazionale logo
18 feb 2022

Gli argini di Borgo Ticino compromessi dall’erosione Il Pd interroga il Comune sui lavori di risanamento

Centinaia di metri di rive compromesse dall’erosione determinata dallo scorrere del Ticino. Alcuni cittadini hanno segnalato come gli argini in prossimità delle proprietà delle società Canottieri Ticino e Motonautica Pavese sul lato del Borgo siano ammalorate. La questione, che riguarda il lato verso Borgo Ticino, sarà discussa in Consiglio comunale dopo una istant question presentata dal consigliere Pd Michele Lissia. "A luglio – scrive Lissia – si è svolto un sopralluogo tra Aipo, Parco del Ticino, Provincia, Comune, Ster e rappresentanti della Canottieri Ticino per stabilire i successivi lavori che di lì a qualche mese avrebbero portato a collocare massi di cemento sotto il livello dell’acqua, in modo da consolidare questa parte di sponda".

"Si è deciso di eseguire interventi tampone di messa in sicurezza di un tratto che sta progressivamente e pericolosamente cedendo – aveva annunciato l’assessore all’Urbanistica e Ambiente Massimiliano Koch – In ottobre Aipo procederà al rafforzamento mentre, entro i primi mesi del 2022, si conoscerà l’esito dello studio morfologico per capire l’evoluzione del fiume e quindi decidere ulteriori lavori da realizzare per fermare l’erosione". Ma oggi le sponde sono ancora compromesse. "Quando sono previsti gli interventi di risanamento delle rive oggi soltanto transennate in alcuni punti?", chiede Lissia.

M.M.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?