Quotidiano Nazionale logo
9 mar 2022

Omicidio Gigi Bici: Dna maschile nella casa dell’arrestata, il caso a una svolta

Verrà confrontato con le mappe genetiche del padre della donna, dell’ex marito e di un amico della vittima stessa

manuela marziani
Cronaca
Luigi Criscuolo, 60 anni, conosciuto a Pavia come "Gigi Bici" per avere gestito a lungo un negozio di rivendita e manutenzione di biciclette, in una foto tratta dal suo profilo Facebook. È stata arrestata dalla polizia Barbara Pasetti, 44 anni, la fisioterapista della frazione Calignano di Cura Carpignano (Pavia) davanti alla cui villa lo scorso 20 dicembre era stato ritrovato il cadavere di Luigi Criscuolo, 20 gennaio 2022. La donna è indagata dalla Procura di Pavia per l'omicidio di Criscuolo e una presunta tentata estorsione nei suoi confronti. FACEBOOK +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++ +++NO SALES; NO ARCHIVE; EDITORIAL USE ONLY+++
Luigi Criscuolo, 60 anni, conosciuto a Pavia come Gigi Bici

Cura Carpignano (Pavia) - Dalle analisi sulle tracce trovate nell’abitazione di Barbara Pasetti potrebbero arrivare le risposte che ancora si aspettano per chiarire il giallo di Gigi Bici. Nella tenuta di Calignano di proprietà della fisioterapista 40enne e sull’auto di Luigi Criscuolo, noto come Gigi Bici per il negozio di riparazione di biciclette che aveva, infatti, sono state trovate impronte digitali e il Dna di tre persone diverse da Barbara.

Da qui la necessità di comparare il materiale biologico repertato con il profilo genetico di tre uomini: Franco Pasetti, il padre di Barbara che sicuramente frequentava la casa dove talvolta effettuava anche piccoli lavoretti durante i quali potrebbe essersi leggermente ferito, Gian Andrea Toffano ex marito della donna e Ramon Christian Pisciotta amico di Gigi. L’esame delle tracce e il confronto tra i nuovi campioni è stato disposto dalla Procura di Pavia per acquisire certezze sulla responsabilità della Pasetti nell’omicidio e nell’occultamento di cadavere del 60enne trovato il 20 dicembre davanti al cancello della tenuta di Calignano. Ma anche per riscontrare l’eventuale coinvolgimento di altre persone che potrebbero averla aiutata ad uccidere l’uomo e poi a nasconderne il corpo senza vita per oltre un mese. Gigi Bici era scomparso l’8 novembre e, nonostante le ricerche condotte, non è mai stato trovato fino al 20 dicembre quando il cadavere non è comparso sotto un cumulo di ramaglie. In quel lasso di tempo, la famiglia di Gigi ha ricevuto diverse richieste di denaro che secondo gli inquirenti avrebbe scritto Barbara Pasetti ora arrestata per tentata estorsione e indagata per omicidio e occultamento di cadavere.

Si tratta dell’’unica indagata finora che, stando a quanto ha dichiarato agli inquirenti Ramon Christian Pisciotta, si era rivolta a lui per "sistemare" l’ex marito che la maltrattava. Per questo motivo la donna avrebbe contattato in precedenza Gigi Bici, ma non avendo "finito il lavoro" si era poi rivolta all’amico del 60enne. Amico che sostiene di aver incontrato diverse volte Barbara, ma di non essere mai andato a casa sua temendo si trattasse di una trappola. Dalle provette consegnate arriveranno le risposte che la famiglia aspetta da mesi per poter dare anche una sepoltura a Gigi Bici.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?