Quotidiano Nazionale logo
16 feb 2022

Fibronit, avviato il nuovo processo per “collegare” i manager ai decessi

Va chiarito se le malattie dovute all’amianto siano insorte quando i dirigenti erano in carica

nicoletta pisanu
Cronaca
Da sinistra al Palazzo di giustizia di. Pavia gli imputati Michele Cardinale, 71 anni, e Lorenzo Mo, 70
Da sinistra al Palazzo di giustizia di. Pavia gli imputati Michele Cardinale, 71 anni, e Lorenzo Mo, 70
Da sinistra al Palazzo di giustizia di. Pavia gli imputati Michele Cardinale, 71 anni, e Lorenzo Mo, 70

di Nicoletta Pisanu È partito il secondo processo d’Appello per il caso Fibronit: bisogna capire se la malattia fatale legata all’amianto sia insorta durante il periodo in cui i due imputati a giudizio ricoprivano i loro incarichi dirigenziali nello stabilimento di Broni. Alla sbarra l’ex amministratore delegato Michele Cardinale, inizialmente condannato nel primo processo d’Appello a 3 anni e 8 mesi (in primo grado a 4 anni), e l’ex direttore di stabilimento Ettore Mo, condannato nel primo processo d’Appello a 3 anni (3 anni e 4 mesi in primo grado). A ottobre 2020 la Corte di Cassazione aveva annullato con rinvio la sentenza della Corte d’Appello, disponendo quindi che si organizzasse un nuovo processo di secondo grado. Per la Suprema corte, non era stato infatti possibile determinare se fossero imputabili a Cardinale e Mo condotte omissive che hanno portato le persone ad ammalarsi di patologie correlate all’inalazione di amianto e a morire. Al momento della sentenza di secondo grado i decessi contestati erano 27. È emersa quindi la necessità di chiarire se si possa determinare il momento di insorgenza della malattia dei deceduti e se questo corrisponda al periodo tra il 1981 e il 1985 quando i due imputati ricoprivano i loro incarichi: "Dev’esserci una legge scientifica di copertura e non basarsi solo sui dati epidemiologici, nella costruzione dell’accusa mancava questo passaggio – commenta il difensore di Mo, Paolo Zambianchi – Un aspetto cruciale è il nesso di causalità tra ciascun evento e il ruolo degli imputati". L’incarico ai periti è stato conferito il primo febbraio, ora avranno tempo fino al 17 maggio per depositare il loro rapporto, in seguito è prevista un’udienza il 25 maggio in cui è probabile si terranno le conclusioni del procuratore generale. Il processo per i morti d’amianto della Fibronit di Broni compie dieci anni: l’udienza ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?