Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Cerca di andarsene senza pagare E picchia il barista

A Vigevano l’esercente insegue il cliente e finisce in ospedale

stefano zanette
Cronaca
Denunciato per insolvenza fraudolenta un 29enne nato ad Abbiategrasso da famiglia nordafricana, residente a Ozzero, già noto alle forze dell’ordine
Denunciato per insolvenza fraudolenta un 29enne nato ad Abbiategrasso da famiglia nordafricana, residente a Ozzero, già noto alle forze dell’ordine
Denunciato per insolvenza fraudolenta un 29enne nato ad Abbiategrasso da famiglia nordafricana, residente a Ozzero, già noto alle forze dell’ordine

VIGEVANO

di Stefano Zanette

Ha mangiato e bevuto, ha preso pure un pacchetto di sigarette ed è uscito con la scusa di fumare, lasciando intendere che sarebbe rientrato per altre consumazioni, cercando invece di allontanarsi senza pagare. Inseguito dal barista, lo ha malmenato. Ma è stato poi identificato dai carabinieri, che lo hanno deferito, in stato di libertà, per insolvenza fraudolenta.

Il protagonista – domenica pomeriggio in via Cairoli – è un 29enne nato ad Abbiategrasso da famiglia nordafricana, residente a Ozzero, con precedenti di polizia. Vittima del fallito inganno e delle botte il titolare 20enne del bar-tabaccheria Caffè Vigevano, nato in Cina ma domiciliato in città. Inizialmente il 29enne era entrato nel locale e aveva consumato alimenti e bevande, come un normale cliente. Al conto lasciato in sospeso ha aggiunto un pacchetto di sigarette, che ha subito aperto per andare a fumare fuori, accendendosi la sigaretta appena al di là della porta, come se volesse poi rientrare per proseguire a consumare e pagare quindi successivamente. Un comportamento sembrato normale al barista, che non aveva chiesto subito di saldare il conto ma aspettava che il cliente rientrasse.

Di colpo però l’uomo era sparito e, capendo solo a quel punto l’intenzione di andarsene senza pagare, anche il barista è uscito in strada, ha visto il cliente che si stava allontanando e lo ha inseguito e raggiunto. Ma il peggio doveva ancora venire. Fallito il tentativo di andarsene senza pagare, il 29enne ha pure malmenato il giovane esercente che non faceva altro che pretendere il dovuto per le consumazioni. Nella colluttazione il 20enne ha avuto la peggio e ha dovuto poi ricorrere alla cure mediche, andando al Pronto soccorso dell’ospedale civile di Vigevano, dove lo hanno medicato per contusioni e traumi, non gravi ma dolorosi, sia al volto sia al collo che alle parti basse per poi dimetterlo con 7 giorni di prognosi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?