Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
5 ago 2022
5 ago 2022

Canale Villoresi e Naviglio declassati a rigagnoli

Il Consorzio Est Ticino è corso ai ripari dopo che la portata del Ticino si è dimezzata

5 ago 2022
Alessandro Folli controlla il livello dei canali
Alessandro Folli controlla il livello dei canali
Alessandro Folli controlla il livello dei canali
Alessandro Folli controlla il livello dei canali
Alessandro Folli controlla il livello dei canali
Alessandro Folli controlla il livello dei canali

Un ulteriore dimezzamento delle erogazioni nei canali. Il Consorzio di bonifica Est Ticino Villoresi ha comunicato ieri lo stop alla turnazione Villoresi-Naviglio, conseguenza della drastica riduzione decisa mercoledì dal Consorzio del Ticino da 114 a 60 metri cubi al secondo, di cui 14 per il Deflusso minimo vitale (Dmv) del fiume Ticino, solo 6 per il canale Villoresi (su 55 di competenza) e solo 14,5 per il Naviglio Grande (su 64 di competenza). Per rendersi conto dell’esiguità di tali dati, oltre al raffronto con i metri cubi al secondo di competenza, basti ricordare che lo scorso 13 giugno, già in piena emergenza idrica, la prima riduzione del 50% delle utenze aveva portato le derivazioni a 35 mcs verso il Villoresi e a 24,5 verso il Naviglio Grande.

La riduzione dall’inizio di luglio, con il 50% delle portate calcolate per 15 giorni. "Prosegue purtroppo l’emergenza idrica - commenta il presidente del Consorzio Est Ticino Villoresi, Alessandro Folli - con il trascorrere delle settimane la situazione non accenna a migliorare".

Stefano Zanette

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?