Truffa dello specchietto (foto di repertorio)
Truffa dello specchietto (foto di repertorio)

Vigevano, 30 settembre 2020 – Quando il giovane conducente di una Audi A1 lo ha affiancato invitandolo a fermarsi perché a suo dire era stato urtato dallo specchietto della sua Suzuki l'uomo, un pensionato vigevanese di 80 anni, non si è fatto intimorire. E quando quello ha proposto di risolvere la cosa senza mettere di mezzo le assicurazioni ha capito di essere vittima di un tentativo di truffa. Così ha spiegato di voler chiamare la polizia. Tanto è bastato perché il truffatore, risultato poi un diciottenne di etnia Sinti originario della Sicilia con alle spalle numerosi precedenti specifici, si desse alla fuga dopo aver alzato il portellone del bagagliaio con l'intento di impedire all'anziano di annotare il numero di targa, cosa che comunque aveva già fatto.

Grazie alla tempestiva richiesta di intervento inoltrata alla polizia locale è stato possibile in breve tempo risalire al proprietario del mezzo che è stato denunciato per truffa. Il pensionato era rimasto vittima di un episodio analogo qualche mese fa.