Corteolona, 10 aprile 2018 - Cinque minuti di autentica paura e che solo per il coraggioso e provvidenziale intervento di due ragazzi, una tranquilla passeggiata in bici di mamma e figlia non è finita in tragedia. È successo poco le 15 di domenica a Corteolona. Approfittando del sole e del clima favorevole, una donna di 42 anni e la figlia di 17 anni, decidevano di fare un giro in bicicletta. E così, dopo il pranzo, si sono messe a pedalare, in tutta tranquillità, lungo strada di via Castellaro che dal centro paese porta verso la campagna, lontana dalle auto e dallo smog e dove altri, grazie al giorno festivo ed al clima tiepido, si stavano rilassando camminando o facendo corsa. All’improvviso, dopo aver superato alcune case abitate, mamma e figlia sono state aggredite da un cane di grossa taglia, un pitbull. L’animale è sbucato all’improvviso e ha azzannato prima la figlia e poi la madre. Le due donne si sono messe ad urlare, atterrite dalla paura ma il cane non mollava la presa.

E’ a quel punto che, con molto coraggio, sono intervenuti due ragazzi che si trovavano nei paraggi: un 19enne di San Colombano al Lambro e un 15enne di Chignolo Po. In vari modi hanno cercato di distrarre il cane per poi bloccarlo. Anche loro sono stati morsi, ma in maniera meno grave. Poi è sopraggiunto, di corsa, anche il proprietario del cane, F.P., 45 anni, residente poco lontano. Il pitbull è stato, così, reso docile e recuperato. Non si esclude che possa essere scappato approfittando di una falla nella rete di recinzione. Il caso che poteva avere ben più gravi conseguenze, ha voluto che, proprio in quel frangente, l’animale, libero e senza controllo, si imbattesse nelle due donne: mamma e figlia in bicicletta. Le due malcapitate, dopo l’aggressione, visibilmente sotto choc, sono state soccorse dai medici del servizio 118 nel frattempo allertato e che hanno prestato le cure del caso anche i due ragazzi. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Corteolona e Genzone.

La madre e la figlia attaccate dal cane sono state trasportate in ambulanza all’ospedale di Codogno: non sono gravi, ma si è reso necessario il loro ricovero. I due giovani che le hanno salvate, invece, hanno riportato solo lievi escoriazioni. Adesso la vicenda è oggetto di accertamenti da parte dei carabinieri e non si esclude che possa esserci uno strascico giudiziario. E sempre domenica scorsa si è verificato un altro caso di morsicatura da parte di un cane. Vittima un pensionato di 87 anni, a Torrazza Coste, in Oltrepo Pavese. Anche in questa circostanza si è reso necessario il trasporto dell’uomo al pronto soccorso dell’ospedale di Voghera, ma in codice verde, quindi con lievi ferite.