Pavia, 5 aprile 2018 - Rappresentano il passato, la storia della città non legata a quando Pavia era la capitale dei Longobardi, ma a quando era una città industriale con migliaia di operai, case costruite per ospitarli e scuole per prepararli. Oggi di quell'epoca sono rimaste soltanto le aree dismesse, luoghi abbandonati che meritano di essere scoperti. Lo ha fatto la fotografa Marcella Milani attraverso una serie di scatti che saranno esposti dalle 17 di sabato 7 al castello Visconteo per la mostra Urbex Pavia Rewind.

Ma eccezionalmente il "privilegio" di scoprire le zone industriali passa anche attraverso gli occhi dei pavesi che potranno partecipare a diverse visite guidate. La prima, domenica 8 (replica 27 maggio) riguarderà la mostra che propone 16 aree dismesse raccontate attraverso 150 immagini in bianco e nero: Necchi, Snia, magazzini Fonderie area ex Neca, Scalo Ferroviario, Idroscalo, area artigianale di via Carcano, Clinica Morelli, ex Mondino, Arsenale, Caserma Rossani, Repetto & Fontanella, Fabbricati e Magazzini di Porta Cairoli (via Tasso), Enel. Il ritrovo è al castello Visconteo (ingresso musei civici). Domenica 29 aprile alle 15 si andrà alla scoperta dell'idroscalo e della vicina piscina comunale di viale Resistenza. Il 13 maggio alle 15 la visita guidata sarà alla ex caserma Rossani, quindi il 10 giugno, alle 16.30, si passerà all'ex gasometro. Un tour in bicicletta delle ex Neca, Necchi e Snia, è previsto per domenica 3 giugno, alle 16.30 e altre visite sono previste per le scuole con annessi laboratori. Il costo di ogni visita guidata è di 4 euro (escluso il biglietto della mostra) con prenotazione obbligatoria a Decumano Est che risponde al numero 0382.530150 o scrivendo alla mail decumanoest@yahoo.it.

Pavia vista con gli occhi dei bisnonni è la proposta per il 21 aprile alle 15.30 quando con l'ausilio di alcune fotografie tratte dall'archivio Chiolini verrà raccontata la città di un tempo (ingresso e visita alla mostra 4 euro). Marcella Milani, invece sabato 5 maggio alle 16,30 terrà un workshop di fotografia di esplorazione urbana e sabato 12 maggio, dalle 10.30 durante il convegno "Prospettive di riqualificazione urbana a Pavia" si discuterà dell'area ex Neca e del progetto funzionale per il nuovo Idroscalo di Pavia. Domenica 27 maggio alle 18 la protagonista sarà l'ex Snia Viscosa con la performance teatrale "Ed ero più mata de prima", monologo di e con l’attrice pavese Irene Scova liberamente tratto da Storie della Snia di Anna Turra. Ingresso ad offerta libera.