Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 feb 2021

Un anno di Covid: 10 cose che sono cambiate nella nostra vita

Dagli abbracci mancati alla possibilità di tornare a toccarsi attraverso teli di cellophane, dalle bandiere arcobaleno che sfilano nei pride a quelle appese ai balconi in segno di speranza, dalle platee affollate dei concerti al malinconico suono di una tromba alla finestra. Tante cose sono cambiate in questo 2020 segnato inesorabilmente dal Covid. In alcuni casi il virus ha rappresentato uno spartiacque, tra un prima e un dopo. In altri si ha la sensazione che nulla tornerà come prima

 

15 feb 2021
Gli abbracci negati e ritrovati (dietro il cellophane)
Gli abbracci negati e ritrovati (dietro il cellophane)
Gli abbracci negati e ritrovati (dietro il cellophane)
Da bandiera Lgbt a simbolo di speranza
Da bandiera Lgbt a simbolo di speranza
Concerti proibiti: la musica risuona solitaria dai balconi
Concerti proibiti: la musica risuona solitaria dai balconi
Concerti proibiti: la musica risuona solitaria dai balconi
Gli animali si riprendono le città deserte
Gli animali si riprendono le città deserte
Gli animali si riprendono le città deserte
Al posto delle auto incolonnate, colonne di camion militari
Al posto delle auto incolonnate, colonne di camion militari
Al posto delle auto incolonnate, colonne di camion militari
Dalla stretta di mano al "Wuhan shake"
Dalla stretta di mano al "Wuhan shake"
Dalla stretta di mano al "Wuhan shake"
Dalle resse alle code: la svolta del Covid
Dalle resse alle code: la svolta del Covid
L'asporto come antidoto alla chiusura dei locali: nelle strade vuote sfrecciano i rider
L'asporto come antidoto alla chiusura dei locali: nelle strade vuote sfrecciano i rider
Dall'ufficio alla scrivania di casa: il telelavoro all'improvviso
Dall'ufficio alla scrivania di casa: il telelavoro all'improvviso
Dall'ufficio alla scrivania di casa: il telelavoro all'improvviso
C'era una volta la scuola: la protesta dei no Dad
C'era una volta la scuola: la protesta dei no Dad