QN Necrologie

SILINGARDI ENRICO


Enrico Silingardi

Ricordo di un amico

Pochi giorni dopo aver superato e vinto il corona virus, si è presentato un morbo implacabile a stroncare la vita del nostro Enrico, uomo singolare, pervicace nei propositi e di spiccate virtù umane, dotato di un patrimonio genetico che lui riteneva aver ereditato dalla madre Anna, deceduta centenaria.
Enrico era costituito da una struttura fisica a sè stante, la cui forza, purtroppo, mascherava un insito inganno, che l'età non sempre rivela.
Altri, i più, si sarebbero ritirati a godere il cospicuo frutto delle loro fatiche, Enrico no. Diceva che il lavoro, anche il più manuale, per lui era vita e, aggiungeva, quando io non potessi più recarmi a svolgere le mie mansioni (giorni festivi compresi) presso la Sil Ceramiche, preferirei che il buon Dio decretasse la mia morte.
Fu tra i primi pionieri per la commercializzazione delle piastrelle in ceramica, i cui fornitori, erano le poche industrie presenti allora sul territorio sassolese: Marazzi, Saime, Saces e la Reggiana Ceramica Veggia.
La loro produzione, di quantità inferiore alla domanda, era destinata soprattutto al mercato interno e ai pochi commercianti locali che, a loro volta, costituirono una clientela cui vendere il prodotto, dopo averlo tagliato e adattato a seconda della richiesta. Questo fu l'inizio di quel percorso che Enrico intraprese fra mille difficoltà e che segnò, fino ad oggi, un susseguirsi di successi non privi di laboriosa ed estenuante dedizione.
La Sil Ceramiche, come la Immobiliare, oggi sono dirette dai figli Carlo, Massimo, Luca, ognuno assegnato ad uno specifico campo d'azione.
Enrico, a cui non mancavano lungimiranti vedute, particolarmente proiettate al futuro, aveva provveduto ad assicurare la successione, come meglio e più si potesse fare.
Il commiato da lui ci avvicina, dolenti, alla moglie signora Valeria, ai figli, alle nuore e agli adorati nipoti. Gli amici e coloro che lo conobbero, siamo certi ne esalteranno il ricordo.

Andrea Vincenzi

Sassuolo, 29 Giugno 2020

O.F. Gianni Gibellini, Sassuolo, t. 0536 882800