Quotidiano Nazionale logo
14 mar 2022

Sir Perugia inarrestabile Sbancata l’Arena di Monza

Ampio turnover operato da Grbic, la capolista detta legge in trasferta

VERO VOLLEY

1

SIR CONAD PERUGIA

3

(21-25, 32-30, 23-25, 22-25)

: Grozer 29, Dzavoronok 15, Beretta 7, Galassi 6, Orduna 2, Katic, Gaggini (L1), Davyskiba 13, Karyagin 1, Galliani, Grozdanov, Federici (L2). N.E. – Calligaro. All. Massimo Eccheli.

PERUGIA: Ter Horst 26, Rychlicki 19, Plotnytskyi 13, Mengozzi 9, Ricci 7, Travica 3, Piccinelli (L1), Giannelli 3, Dardzans 1, Anderson, Colaci (L2). N.E. – Leòn, Russo, Solé. All. Nikola Grbic

Arbitri: Massimiliano Giardini (VR) e Marco Zavater (RM).

VERO (b.s. 14, v. 3, muri 9, errori 10)

SIR (b.s. 21, v. 7, muri 16, errori 4)

Pur profondamente rimaneggiata la Sir Safety Conad Perugia riesce a vincere e convincere. Il successo nella penultima di superlega maschile è stato pieno sul campo della Vero Volley Monza che ha dato filo da torcere ma è stata costretta a capitolare. Al fischio d’inizio Dzavoronok fa capire subito di avere intenzioni bellicose e schiaccia sul gas (5-1). Ci mettono un po’ a carburare gli ospiti che si affidano a Ter Horst (foto) per rimontare. Grozer è il punto di riferimento dei brianzoli e si avanza a braccetto sino a che due muri perugini fanno scollare il punteggio (19-22). I perugini guadagnano 4 palle-set e alla seconda concretizzano il vantaggio. Invertiti i campi sono i padroni di casa a fare l’andatura. Qui sono sei punti consecutivi con Travica alla battuta a consentire il cambio di marcia ma poi il punteggio torna in asse (17-17). Ai vantaggi si gioca la carta Dardzans, ma determinante è il muro messo a segno da Davyskiba che firma il pareggio. Nella terza frazione si combatte punto su punto (12-12). I monzesi provano a sganciarsi con due conclusioni di Beretta, la risposta arriva immediata con Travica che va anche a concludere (20-21). Allo sprint Rychlicki si carica sulle spalle la squadra e Ricci mette il sigillo del due a uno. Quarto frangente che vede i perugini prendere tre lunghezze di vantaggio, poi rimangiate da uno scatenato Davyskiba che infligge stoccate letali (17-14). Il nuovo pareggio arriva sul 19-19 col muro di Giannelli che poco dopo piazza due ace (20-23). Dardzans prende un muro e procura tre palle-match, l’errore dell’ex Galassi sancisce il trionfo esterno.

Alberto Aglietti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?