Seregno 26 ottobre - Ancora una vittoria, ancora una volta senza subire reti. A rovinare (in parte) la domenica al Seregno è gol di Maccabiti al 91’ che permette al Castiglione di superare l’Inveruno in extremis e conservare un punticino di vantaggio in testa alla classifica proprio sugli azzurri di Sassarini. Che contro il Sondrio meritano il successo anche se sprecano un po’ troppo sotto-porta.

E concedono anche qualcosina di troppo ai valtellinesi mai arrendevoli e che nella ripresa falliscono anche un rigore, calciato da Speziali sulla traversa. Cortinovis mantiene così l’imbattibilità; la sua rete è inviolata da 375 minuti. La partita comincia come meglio non si potrebbe per la squadra di Sassarini che alla prima azione passa in vantaggio.

Punizione radiocomandata di Michele Magrin con la palla che accarezza la traversa e s’insacca. Chi pensa che sia il prologo di una goleada si sbaglia perché poi la partita diventa equilibrata con il Sondrio che si fa vedere dalle parti di Cortinovis con Della Cristina. Alla mezz’ora ci prova Speziali direttamente su punizione, conclusione potente ma centrale. Poco dopo grossa occasione per i valtellinesi; ancora Speziali ruba palla a Cortinovis, la mette in mezzo ma Trussoni non ci arriva.

Il colpo del ko arriva al 37’; bella discesa a destra di Cossa che passa in mezzo anche ad un paio di difensori ospiti, perfetto il cross per Marzeglia che di testa non ha difficoltà. Dopo una dozzina di minuti nella ripresa il Sondrio avrebbe la possibilità di riaprire le sorti del match, ma Speziali dal dischetto colpisce la traversa. Poi tanto Seregno che nell’area del Sondrio spreca l’inverosimile. Prima al 19’ con Amelotti su cui Fascendini risponde due volte nella stessa azione. Al 35’ e al 37’ Marzeglia si divora due occasioni colossali, la prima di sinistro a portiere battuto, la seconda di destro in diagonale. Chiude il conto delle occasione il Sondrio al 38’, ma Cortinovis si guadagna la pagnotta con un intervento d’istinto su Locatelli.

SEREGNO – SONDRIO 2-0

SEREGNO (4-2-3-1): Cortinovis S.; Cossa (dal 34’ st Madaluni), Viganò, Cortinovis A.; Mureno; Magrin, Lacchini; Comi (dal 16’ st Amelotti), Battaglino, Cremonesi; Marzeglia (dal 43’ st Licciardello). A disposizione: Dosoli, Andreis, Di Lauro, Cavalcante, Giambrone, Lillo. All. Sassarini

SONDRIO (4-3-3): Fascendini; Mostacchi, Fiorina, Colombo, Frigerio; Turati, Locatelli, Brandi; Speziali (dal 25’ st Spaggiari), Della Cristina, Trussoni (dal 1’ st Speziale). A disposizione: Chistolini, Sem, Bongio, Martinelli, Poncetta, Secchi. All. Bertolini A.

ARBITRO: Sig. Saggese di Rovereto

RETI: 2’ Magrin, 37’ Marzeglia

NOTE: Giornata mite e soleggiata, terreno di gioco in ottime condizioni. Nessun giocatore espulso, ammoniti Speziali, Colombo, Spaggiari (SO). Calci d’angolo: 4-2 per il Seregno. Recupero: 1’ pt + 4’ st. Al 12’ st Speziali (SO) fallisce un calcio di rigore.