Un pallone (Foto Alive)

Seregno 12 ottobre - Il Seregno sistema la pratica nei primi 45 minuti e fa suo il derby con la Folgore Caratese che da queste parti, in campionato, mancava da ben nove anni. Con due rigori a favore (di cui solo uno trasformato) e l’espulsione del portiere ospite, la squadra di Sassarini legittima nella prima frazione di gioco la sua superiorità e rosicchia un paio di punti al Castiglione, fermato in casa dal Mapello e resta a meno tre dall’Inveruno, nuova capolista solitaria. E domenica prossima c’è proprio Inveruno-Seregno.

Nulla da fare per la Folgore Caratese che se la gioca fino all’episodio del secondo rigore, poi resta in dieci e rischia l’imbarcata negli ultimi minuti del primo tempo. Poi si sistema, regge l’urto del Seregno e va anche vicino ad accorciare le distanze dopo la ripresa, ma a partita già abbondantemente incanalata.

Cronaca. Prima occasione per la Folgore al 3’. Chella calcia una punizione a fil di palo dai 25 metri, l’impressione è che Cortinovis non ci potesse arrivare. Poi prende campo il Seregno che attacca in massa e comincia a prendere le misure a Stocchi, schierato titolare a sorpresa al posto di Sperduti. Al 19’ la conclusione di Battaglino è deviata da un difensore azzurro, al 24’ il pallone calciato da Cremonesi colpisce sul volto Dallamaggiora, poi al 33’ il fallo di mano di Chella – netto – fa scaturire il primo penalty di giornata, ma Battaglino calcia male e Stocchi intuisce. Ma il capitano si fa perdonare appena sessanta secondi dopo. L’azione parte dalla staffilata di Comi da 30 metri, Stocchi respinge centralmente dove c’è Marzeglia, ancora Stocchi è sulla traiettoria e ancora la sua respinta è centrale proprio dove arriva Battaglino che di controbalzo insacca.

Il Seregno chiude la gara al 38’ quando Stocchi atterra Marzeglia; rosso e rigore che Magrin non sbaglia. Folgore in ginocchio e assedio del Seregno ma primo tempo che finisce 2-0.

Ad inizio ripresa Magrin serve un cioccolatino a Comi che tira addosso a Sperduti (subentrato dopo l’espulsione del compagno di reparto) in uscita. Al 18’ la Folgore Caratese potrebbe riaprire i giochi, bello il contropiede e pallone per Valente che mira alto ma Cortinovis è perfetto. Il Seregno gestisce, la Folgore Caratese tenta il tutto per tutto e il risultato non si schioderà più fino al triplice fischio…

SEREGNO-FOLGORE CARATESE 2-0

SEREGNO (4-2-3-1): Cortinovis S.; Pelucchi, Viganò, Cortinovis A.; Mureno; Magrin, Lacchini; Comi (dal 20' st Lillo), Battaglino (dal 34' st Panin), Cremonesi (dal 21' st Cavalcante); Marzeglia. A disposizione: Dosoli, Cossa, Di Maio, Andreis, Di Lauro, Giambrone. All. Sassarini

FOLGORE CARATESE (5-3-2): Stocchi; Virga, Gandini, Della Maggiora, Concina (dal 41' Sperduti), Chella; Bellino, Zorloni, Merlino; Diop (dal 23' st Pozzi), Valente (dal 33' st Cesana). A disposizione: Borlina, Larese, Brumana, Longo, Rizzato, Keyta. All. Bacci

ARBITRO: Sig. Bariola di Piacenza

RETI: 34' Battaglino, 41' Magrin su rigore

ESPULSI: Stocchi (F) al 38' per fallo da ultimo uomo e mister Bacci (F) al 24' st per proteste, AMMONITI: Magrin, Viganò (S), Virga, Chella, Della Maggiora(F).

NOTE: Calci d'angolo: 8-0 per il Seregno. Recupero: 4' pt + 4' st. Spettatori 600