Quotidiano Nazionale logo
14 feb 2022

Besana, l'azienda mobiliera Oggioni è la più antica della Brianza

E' datato 1911 l’attuale laboratorio denominato “fabbrica”, realizzato e tuttora utilizzato

sonia ronconi
Economia
pintus besana Marcello Oggioni nel suo museo
Marcello Oggioni

Besana Brianza (Monza) - La falegnameria più antica della Brianza è quella tra i verdi prati di Besana in Brianza, nella frazione di Valle Guidino e di proprietà della famiglia Oggioni. Stabilire esattamente quando la famiglia Oggioni abbia intrapreso la professione di falegnami è davvero impossibile e gli unici documenti che li hanno aiutati nella ricerca storica sono conservati negli archivi della Curia e in quelli delle Parrocchie di Villa Raverio e Valle Guidino.

Le prime informazioni riguardanti l'attività di falegnami risalgono alla seconda metà del 1700. Annotato sul libro dei conti della Scuola del santissimo Sacramento di Villa Riparia (e appeso al muro, in un riquadro nel piccolo museo di famiglia) si legge:” 1765: pagate (…) a Carlo Oggioni Falegname, per vari lavori fatti per la chiesa, consistenti nell'allestimento del Presbiterio, fattura di un antiporto sulla porticina vicino alla porta grande ed altri lavori”. Si tratta del documento più antico che attesta la professione di falegnameria della dinastia. Da quel momento gli scritti sulla famiglia Oggioni e le loro attività di falegnameria si susseguono potendo ricostruire tutto l'albero genealogico.

E' datato 1911 l’attuale laboratorio denominato “fabbrica”, realizzato e tutt'ora utilizzato dalla famiglia Oggioni. Sul cortile della stessa si affacciano anche lo showroom, le abitazioni della famiglia e un museo etnografico che raccoglie, con ampie spiegazioni, circa 2600 pezzi e attrezzi utilizzati nel tempo dalla famiglia oltre una fornita xiloteca, curiose macchine matematiche e riproduzioni di macchine Leonardiane. Il punto di forza di questa azienda brianzola? Poter realizzare nel loro laboratorio qualsiasi tipo di mobile ed arredo. “Partiamo dal presupposto che siamo artigiani - spiega Marcello Oggioni che oggi è l'ultimo della longeva dinastia che porta avanti l'azienda besanese-. Non sono solo un artigiano, come il mio trisnonno ma, grazie ai miei studi, accompagno i clienti fin dalla progettazione, sviluppando proposte in base alle loro esigenze, passando poi alla realizzazione e alla consegna. Per completezza al nostro prodotto "su misur" abbiamo affiancato anche la commercializzazione di manufatti prodotti in aziende da noi selezionate potendo così offrire anche imbottiti, grandi firme e accessori.

Falegnameria Oggioni
Falegnameria Oggioni

“La nostra pubblicità, oltre ad un’esposizione a Casatenovo (Lc), è il passaparola che ci ha portato, con grande sorpresa, in tutta Italia e all'estero realizzando arredi anche per personaggi famosi” . " Amo fare l'artigiano ed è una passione che abbiamo nel nostro sangue da generazioni - spiega Marcello - . Prima di tutto è indispensabile mettere al primo posto la famiglia e la qualità della vita. Sito internet? No, forse qualche pagina social. Siamo in controtendenza, la tecnologia la utilizziamo molto di più nella produzione, con macchinari a controllo numerico che affiancano quelli tradizionali. Essendo artigiani abbiamo una grande flessibilità, non solo mobili e arredi di interno per abitazioni, ma anche per negozi, uffici, comunità, scuole e per esterni - spiega con grande semplicità Marcello, fino alla realizzazione di coperture a forma geodesica."

Lockdown? Lo stop di due mesi imposto da questa terribile pandemia non li ha fermati, hanno voluto reinventarsi e, accantonata temporaneamente la produzione di mobili si sono adoperati per la realizzazione delle prime barriere parafiato in plexiglass e colonnine di gel disinfettante. Conclude Marcello Oggioni:" I primi prototipi costruiti li abbiamo donati a chi ne aveva necessità, come all'unico ufficio del Comune aperto per emergenza, ai carabinieri e ad alcune attività. Mi auguro che la tradizione continui con l'idea di artigiano come lo era per i nostri padri fondatori”. Nel 2019 sono state spente 250 candeline, ma alla “Fabbrica” la famiglia Oggioni continua la sua attività di falegnami, a 360 gradi con l'utilizzo di ogni genere di macchinari all'avanguardia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?