Carabinieri (Foto archivio Germogli)
Carabinieri (Foto archivio Germogli)

Monza, 20 agosto 2018 -  Stupro questa notte a Monza, nei pressi della stazione ferroviaria. Era mezzanotte e 22 minuti quando al 118 è arrivata la telefonata di una donna che da corso Milano, proprio davanti alla stazione e ai suoi giardinetti spesso teatro di eventi di microcriminalità, spaccio e aggressioni, chiedeva disperatamente aiuto. Una donna italiana di 45 anni, che ha raccontato agli operatori sanitari prima e ai carabinieri piombati sul posto subito dopo di essere stata aggredita sessualmente

Il problema è capire però esattamente cosa sia accaduto. La donna, che avrebbe problemi di dipendenza da sostanze alcoliche e droghe, non sarebbe stata infatti in grado di fornire alcun dettaglio sull'aggressione, nemmeno sul momento in cui sarebbe avvenuta, che potrebbe a sua detta risalire addirittura a giorni fa. La donna è stata comunque portata in ambulanza in codice giallo alla Clinica Mangiagalli di Milano, specializzata in vittime di violenza sessuale, per accertare le sue condizioni di salute. Mentre i carabinieri, che hanno attivato tutti i protocolli per fare luce su vicende di questo genere, indagano per violenza sessuale.