Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
2 giu 2022

"Un referendum su Pedemontana"

2 giu 2022
Per Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S, un’opera così impattante deve essere sottoposta al vaglio dei cittadini
Per Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S, un’opera così impattante deve essere sottoposta al vaglio dei cittadini
Per Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S, un’opera così impattante deve essere sottoposta al vaglio dei cittadini
Per Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S, un’opera così impattante deve essere sottoposta al vaglio dei cittadini
Per Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S, un’opera così impattante deve essere sottoposta al vaglio dei cittadini
Per Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S, un’opera così impattante deve essere sottoposta al vaglio dei cittadini

Il mondo della politica non trova un accordo su Pedemontana, e ora si pensa di chiedere il parere direttamente ai cittadini attraverso un referendum. "Stiamo aprendo la strada a un referendum in provincia di Monza e Brianza – annuncia Marco Fumagalli, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle –. Un’opera così impattante per il territorio deve essere sottoposta al vaglio dei cittadini".

Ad aprire la strada a questa proposta è la mozione presentata dal gruppo di centrosinistra, BrianzaReteComune, nella seduta del Consiglio provinciale del 12 maggio. Un titolo neutro: “Regolamentazione delle forme di partecipazione civica“. E un documento che, richiamando diversi articoli dello Statuto della Provincia di Monza e Brianza, ricorda la possibilità di promuovere la consultazione dei cittadini anche attraverso referendum sui temi di competenza dell’ente. Una mozione che si propone di "impegnare il presidente ad attivare unitamente alla revisione del Regolamento del Consiglio provinciale, un percorso per la realizzazione sulle forme di partecipazione civica". Nessun cenno alla Pedemontana nel testo della mozione, che ha come obiettivo quello di definire la partecipazione dei cittadini in modo più ampio senza confinarla a un tema ben specifico. Il richiamo, invece, lo fa in modo molto chiaro il consigliere regionale Fumagalli, invocando un referendum consultivo sul problema di Pedemontana. "Tale possibilità – spiega Fumagalli – già prevista dallo Statuto, ad oggi non può essere applicata in mancanza di un apposito regolamento sul referendum. Da qui è emersa la necessità di depositare una mozione a firma di Facciuto, che verrà discussa nel prossimo Consiglio provinciale, per dare il via alla redazione del regolamento che consenta l’istituzione del referendum".

Mentre le coalizioni litigano sul progetto dell’autostrada, malgrado il tentativo della Provincia di Monza e Brianza di esercitare un ruolo da cabina di regia anche attraverso incontri per singole zone, Fumagalli chiede dunque di lasciare l’ultima parola ai cittadini sulla realizzazione dell’opera.

"La prima applicazione del referendum, quando il percorso regolamentare arriverà a compimento, sarà quella di interpellare il territorio sulla necessità di realizzare l’autostrada Pedemontana, poiché nessuna opera può essere realizzata senza il consenso del territorio che la riceve".

Gualfrido Galimberti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?