Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Monza, in carcere banda di spacciatori: sequestrati droga, armi e 160mila euro / VIDEO

L'indagine della Polizia è stata avviata nel 2016: indagate 18 persone nell'hinterland milanese 

Ultimo aggiornamento il 12 settembre 2018 alle 13:37

Monza, 12 settembre 2018 - La Polizia di Stato, nei giorni scorsi, ha eseguito a Monza, nell'ambito di un'attività d'indagine iniziata nel 2016 nell'hinterland e denominata "Monitus", un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di tre uomini ed una donna per spaccio di stupefacenti. Gli agenti del Commissariato di Monza della Questura di Milano hanno individuato il gruppo di spacciatori e sequestrato 163.695 euro in contanti nonchè droga, armi ed orologi. In carcere sono finiti M.A, ritenuto il capo della banda, D.A. e R.F., mentre la misura degli arresti domiciliari è stata disposta per P.I. In totale il numero degli indagati ammonta a 18 persone, tutte di nazionalità italiana, residenti nei Comuni di Senago, Paderno Dugnano, Meda, Muggiò, Zelo Buon Persico (LO), Caronno Pertusella, Nova Milanese, Pozzuolo Martesana, Vedano al Lambro e Seregno. Tutti sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e spaccio di droga e truffa ai danni dello Stato.

Nell'abitazione di M.A., nel corso di una perquisizione, nascosti in soffitta all'interno di due zaini, sono stati sequestrati 163.695 euro in contanti, frutto dell'attività di spaccio di droga ed equivalenti, secondo una stima degli investigatori, ad almeno 8 mila dosi vendute al dettaglio e complessivi 2 chili di cocaina, al netto del taglio, 10 grammi di cocaina, una pistola semiautomatica calibro 9 con relativo munizionamento, risultata parte di un lotto di armi rubate in un'abitazione del Monferrato ad agosto ed alcuni orologi Rolex, su cui sono in corso accertamenti. Nascosta invece all'interno di un calcio balilla in giardino, è stata trovata una pistola scacciacani priva di tappo rosso. Nella casa, infine, dietro la stufa a pellet in soggiorno, i poliziotti hanno scoperto una nicchia, ricavata nella decorazione a mattoncini della parete, evidente nascondiglio per la droga o per le armi. Un vero e proprio bunker sorvegliato all'esterno anche da telecamere piazzate su tutto il perimetro della villetta, collegato ad un sistema di videosorveglianza posto all'ingresso dell'abitazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.