Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Si denuda davanti a due dodicenni e le importuna: rintracciato e denunciato

Un artigiano originario del Bangladesh ha gettato nel panico le vittime inseguendole, i militari le hanno trovate in lacrime e si sono messi subito in caccia

I carabinieri hanno denunciato un artigiano 26enne di Monza per atti osceni davanti a due 12enni. Il fatto è accaduto l’altro pomeriggio a Seregno, quando due amiche di 12 anni, mentre stavano passeggiando nelle vie del centro, improvvisamente si sono sentite seguite. Impaurite, hanno cominciato a camminare più velocemente, ma lo sconosciuto continuava a seguirle e a guadagnare metri. Poi, una volta raggiunte, si è tolto la maglietta e abbassato i pantaloni e ha cominciato a urlare parole volgari e oscene. Poi, mentre le ragazze terrorizzate sono scoppiate a piangere, quell’uomo si è velocemente allontanato lungo le vie adiacenti. Alcuni istanti dopo è passata una pattuglia dei carabinieri della stazione di Seregno che, alla vista delle due ragazze in lacrime e attorniate da alcuni passanti, si è fermata a prestare soccorso. Dalla descrizione dell’uomo, i militari hanno riconosciuto un giovane che poco prima avevano notato correre tra la gente con fare sospetto. Con indosso una maglietta bianca, dei pantaloni scuri e un cappellino nero, il ragazzo coincideva con la la descrizione fornita dalle due. Dopo l’arrivo di un’altra pattuglia, i militari si sono messi subito alla ricerca del responsabile che, dopo qualche minuto, è stato intercettato nelle vicinanze della stazione ferroviaria, poco prima che potesse riprendere il treno per Monza. È stato accompagnato in caserma: è un artigiano bangladese residente a Monza, verosimilmente anche sotto l’effetto dell’alcol. È stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico.

Son.Ron.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?