di Marco Galvani Sara ha 8 anni e da grande vorrebbe fare la maestra di musica. Ai provini ha stupito tutti intonando “Tintarella di luna“ di Mina, la sua cantante preferita. Sara vive a Monza come la sua amichetta Christine, conosciuta frequentando il coro “Il Mandarino“. Christine ha 9 anni, adora Irama e Maître Gims. E a mamma Rose e papà François Kengne ha confessato che vorrebbe diventare cantante. Oppure attrice. "Ma io le ho detto che sarà la vita a farle scoprire la sua vocazione". Nel...

di Marco Galvani

Sara ha 8 anni e da grande vorrebbe fare la maestra di musica. Ai provini ha stupito tutti intonando “Tintarella di luna“ di Mina, la sua cantante preferita. Sara vive a Monza come la sua amichetta Christine, conosciuta frequentando il coro “Il Mandarino“. Christine ha 9 anni, adora Irama e Maître Gims. E a mamma Rose e papà François Kengne ha confessato che vorrebbe diventare cantante. Oppure attrice. "Ma io le ho detto che sarà la vita a farle scoprire la sua vocazione". Nel frattempo, però, mamma Rose insieme al marito e a Michelle, la sorellina minore di Christine, ha deciso di condividere il sogno della figlia. E con lei in questi giorni è a Bologna.

Perché Christine come Sara è una delle soliste dell’edizione numero 63 dello Zecchino d’Oro in diretta domani su Rai1. Tre giorni di prove al teatro dell’Antoniano. "Christine è al settimo cielo", assicura Rose. Originaria del Cameroun, da 19 anni vive a Monza con la famiglia. Canta nella Cappella del Duomo anche se "non sono brava come Christine". Frequenta la terza elementare alla De Amicis e anche davanti alle maestre trova sempre uno spunto per cantare. Una passione che coltiva nel tempo libero insieme allo svago in bicicletta e al parco giochi. E alla lettura. Ma la musica...

Allo Zecchino d’Oro canterà “Mille scarpe“, canzone che "insegna a mettersi al posto degli altri senza giudicare nessuno", spiega Christine. E lo fa con "una vocalità pazzesca", parla il cuore di mamma.

Come ne è certa anche Ilaria, la mamma di Sara Corrado. Che non ha mai esitato davanti ai sogni della figlia. Perché "anch’io da bambina avrei voluto partecipare allo Zecchino d’Oro, ma mia mamma me lo proibì". Adesso è il momento di Sara. Due selezioni non andate bene, poi "l’anno scorso è partita come un treno. E quando l’hanno scelta non ci sembrava vero", racconta la signora Ilaria. Anche loro sono già a Bologna. Ci sono anche papà Francesco e la sorella più piccola, Sofia.

Sara canterà “Come le formiche“ in coppia con una bimba di 5 anni, Aurora. Anche se "mi piace tutta la musica, dai Pink Floyd alla classica e alla lirica – spiega Sara – E quando non canto mi piace fare torte e pizze con la mamma". Alunna di terza all’elementare Munari, oltre al “Mandarino“ frequenta anche il Coro Voces di Villasanta e un corso di musical allo Spazio Danza di Monza. Nel suo domani si vede maestra di musica e intanto si prepara a imparare a suonare il clarinetto: "Glielo ha lasciato in eredità il nonno paterno e dice di volerlo studiare proprio in suo ricordo".