L'auto dei rapinatori davanti a uno sportello bancomat a Lissone
L'auto dei rapinatori davanti a uno sportello bancomat a Lissone

Monza, 13 aprile 2018 - In tre mesi, fra ottobre e dicembre, hanno messo a segno 8 scippi e 2 rapine. Tutti a danno di donne anziane sole (a parte un caso di una giovane prostituta rapinata in una stazione di servizio in viale Campania a Monza). Ora sono finiti in carcere, arrestati dagli agenti del Commissariato al termine di una meticolosa attività di indagine portata avanti insieme ai carabinieri.

In manette sono finiti un 50enne e una 45enne, entrambi italiani senza fissa dimora con alle spalle svariati precedendi penali. A incastrarli, i filmati delle telecamere di videosorveglianza di uno sportello bancomat dove erano andati a cercare (invano) di prelevare con la tessera scippata a una 70enne di Lissone, e del distributore di benzina dove hanno rapinato la lucciola. Nelle immagini si vede chiaramente l'auto dei due balordi, una vecchia Lancia Y. Tanto che negli ultimi mesi, tra Biassono, Sovico, Macherio e Monza, la coppia era soprannominata la "banda della Y amaranto".