Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
10 feb 2022

Pusher in ciabatte tenta di ingoiare la cocaina: salvato e arrestato

Il 38enne marocchino lo scorso luglio era stato bloccato dai carabinieri: minacciava di suicidarsi lanciandosi con il figlio dal balcone

10 feb 2022
I carabinieri hanno notato il movimento sospetto e sono intervenuti
I carabinieri hanno notato il movimento sospetto e sono intervenuti
I carabinieri hanno notato il movimento sospetto e sono intervenuti
I carabinieri hanno notato il movimento sospetto e sono intervenuti
I carabinieri hanno notato il movimento sospetto e sono intervenuti
I carabinieri hanno notato il movimento sospetto e sono intervenuti

Sotto casa in ciabatte ha rischiato la vita tentando di ingoiare le dosi di cocaina che stava spacciando, salvato e arrestato dai carabinieri. Lo stesso uomo, che lo scorso 2 luglio – sotto effetto di droghe – voleva lanciarsi dal balcone del quarto piano con il bimbo di nove mesi. L’ultimo arresto l’altro pomeriggio al quartiere Sant’Ambrogio verso le 14 quando un brianzolo e un albanese poco più che trentenni, a bordo di una Ford Mondeo di colore scuro, hanno imboccato una strada del Seregnese, a due passi di quella stazione ferroviaria già oggetto nei giorni addietro di numerosi servizi di controllo da parte dei carabinieri. Gli uomini dell’Arma arrivati nelle vicinanze del portone d’ingresso di una palazzina di sei piani, hanno accostato e hanno visto uscire da quel portone è un nordafricano che, ancora in ciabatte, è rapidamente salito sull’auto. Proprio in quel momento, i carabinieri della Sezione Radiomobile di Seregno, insospettiti da quell’uomo in ciabatte, sono intervenuti. Mentre un militare ha boccato i due acquirenti, l’altro si è immediatamente diretto verso il terzo, poi rivelatosi uno spacciatore marocchino che, per nascondere le dosi di cocaina, se ne era già messe in bocca tre per ingoiarle. Il militare, accortosi dell’altissimo rischio in corso, è riuscito a intervenire e, dopo aver bloccato l’uomo, con voce ferma, decisa e perentoria gli ha fatto sputare le dosi. La situazione è stata presto chiarita: l’uomo, un 38enne marocchino irregolare sul territorio con precedenti per reati contro il patrimonio e la persona, è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti ed è stato trasferito nelle camere di sicurezza della caserma di Seregno. L’arresto è stato convalidato e il processo per direttissima rinviato ad aprile con obbligo di presentazione ai carabinieri da parte dell’imputato. Si rammenta che proprio lo scorso 2 luglio il marocchino ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?