Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
18 feb 2022

Oasi felina con la ’Rsa’ per vecchi randagi

Sta sorgendo in via Procaccini ed avrà casette di prima accoglienza con spazi protetti per i mici più fragili oltre a cucce e mangiatoie

18 feb 2022
di cristina bertolini
Cronaca

di Cristina Bertolini Aprirà nelle prossime settimane l’Oasi felina di via Procaccini a Monza: una vera e propria Rsa per i gatti malati o disabili che non possono più stare nelle colonie libere, oppure quelli abbandonati in gattile che hanno un brutto carattere e non sono adatti all’adozione. Il progetto nasce da un Patto di collaborazione tra il Comune di Monza che mette a disposizione un’area di circa 4000 metri quadrati e il Comitato di cittadini Monza felina (coordinato da Anna Fossati), in cui operano per ora una decina di volontari, in crescita. Tra allacciamenti idrici, elettrici, piantumazione del verde, cucce e casette di prima accoglienza il Comune ha contribuito con 58 mila euro; un aiuto è arrivato da un privato (Iniziativa San Martino) per 35 mila euro e Ats che sponsorizza per altri 15 mila euro. Nelle prossime settimane la piantumazione di siepi e alberi e la posa delle cucce e delle casette mangiatoie. L’area prevede l’accoglienza di circa 100 - 150 gatti. In città esistono 150 colonie di gatti liberi a cui afferiscono migliaia di felini che per legge sono di proprietà del Comune, sotto la tutela del sindaco. L’ingresso nella struttura ricorda l’inserimento dei bambini al nido e quello degli anziani in casa di riposo. Infatti, come spiega Stefano Martinelli, presidente dell’Associazione La collina dei conigli e volontario dell’Oasi, i gatti delle colonie libere vengono sterilizzati e monitorati da Ats. In caso di malattia o incidente vengono curati dal gattile comunale e poi rivalutati e se occorre portati all’Oasi. Deboli e spaventati vengono accolti in casette di prima accoglienza, con la possibilità di uscire in un piccolo spazio cintato e protetto fino a che i volontari non ritengano che l’animale si sia ripreso. A quel punto aprono la recinzione, rilasciando gli animali nell’ampio spazio dell’oasi, dove ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?