Via libera ai monopattini elettrici in centro e al Parco
Via libera ai monopattini elettrici in centro e al Parco

Monza, 12 novembre 2019 - Monza si prepara a dare il via libera alla circolazione dei monopattini elettrici, ma solo in aree limitate come il centro storico o il Parco e solo su percorsi indicati con appositi cartelli. Lungo le strade e i marciapiedi, e ovunque non ci sia la segnaletica specifica, resta il divieto d’uso secondo il codice della strada, quindi con gli utilizzatori passibili di multe.  Ma intanto Monza è uno dei primi Comuni italiani che tenta di dare delle regole d’uso ai nuovi mezzi elettrici smart, per ora solo i monopattini elettrici e i segway (non ancora gli overboard e i monowheel), cercando di applicare il decreto approvato lo scorso luglio dall’ex ministro Toninelli che dà le direttive generali ma lascia alle Amministrazioni comunali tutti gli oneri e le modalità per poterle mettere in funzione. A partire dall’obbligo di installare un’apposita segnaletica dedicata alla cosiddetta micromobilità estesa sia a tutte le strade d’accesso all’area urbana sia, come nel caso delle piste ciclabili, da mettere lungo tutti i percorsi su cui si permette la circolazione dei monopattini elettrici.  A Monza vuol dire che il Comune deve acquistare centinaia di nuovi cartelli stradali, per una spesa stimata in circa 30mila euro, e finché non sarà ultimata la loro installazione nei vari punti della città, non potrà partire la sperimentazione che permetterà per 1 anno l’uso dei monopattini elettrici. L’Amministrazione comunale ha approvato la delibera che avvia la sperimentazione e con cui ha individuato le zone e i percorsi in cui sarà permesso circolare coi monopattini, mentre stima di riuscire a completare l’installazione dei nuovi cartelli entro la fine dell’anno.

All’inizio del 2020 quindi Monza dovrebbe essere pronta: si potranno usare i monopattini nell’area del centro storico estesa alla cerchia interna alla “circonvallazione” Manzoni-Appiani-D’Azeglio-Visconti che diventa anche zona 30 per tutti i veicoli, l’intero Parco e i principali percorsi di piste ciclabili (escluso quello lungo il canale Villoresi per l’altezza dei parapetti che non garantiscono adeguata sicurezza). Nelle zone pedonali del centro il limite di velocità dei monopattini sarà di 6 chilometri orari, lungo le piste ciclabili abilitate si potrà arrivare a 20 chilometri orari. "In una città come Monza – spiega il sindaco Dario Allevi - dove c’è un problema di traffico e di spazi limitati per pedoni e piste ciclabili, questi strumenti possono avere un ruolo importante nella mobilità. Servono, però, regole che li rendano compatibili con gli spostamenti e la sicurezza di tutti. La mobilità dovrebbe essere sempre più sostenibile e più sicura, e Monza sta andando proprio in questa direzione con l’ampliamento delle zone con il limite di velocità a 30 chilometri all’ora esteso a tutto il centro storico".