Il progetto prevede il collegamento fra Cologno Nord e il Vimercatese
Il progetto prevede il collegamento fra Cologno Nord e il Vimercatese

Vimercate (Monza e Brianza) - Piedi sul freno per il Comitato Mobilità Ecosostenibile (CoMe) per il progetto della metropolitana leggera e su rotaia che collegherà Cologno Nord al capolinea di Vimercate. Dopo l’annuncio alla vigilia di Ferragosto dell’accordo raggiunto per il finanziamento del progetto di fattibilità tecnica ed economica del prolungamento della M2 passando anche per la Brianza, il Comitato che da anni sollecita la realizzazione dell’infrastruttura procede con cautela. «Nulla di nuovo sotto il sole - spiega Anna Vanzetti, portavoce del Comitato -. E per arrivare a questo risultato ci sono voluti anni. Noi nel 2014 abbiamo avviato una raccolta firme per portare la metropolitana a Vimercate". Un progetto che prevedeva, appunto, il prolungamento della metropolitana da Cologno Nord fino a Vimercate.

«Avevamo raccolto circa 6mila firme. Il problema è che la zona est della Brianza per raggiungere Milano, e viceversa, va ad intasare la tangenziale". L’arrivo della metropolitana M2 con fermate anche a Brugherio, Concorezzo, Agrate e Vimercate sarebbe la soluzione migliore, alleggerendo così il traffico, l’inquinamento e anche lo stress di migliaia di pendolari che ogni giorno si mettono alla guida per raggiungere Milano, o che da Milano devono arrivare ai diversi poli produttivi della Brianza.

«Già cinque anni fa il progetto della metropolitana leggera era risultato il più facilmente realizzabile. Impossibile pensare a una metropolitana sotterranea che attraversa la Brianza. Dopo anni siamo daccapo. Il territorio è da oltre trent’anni che sollecita la realizzazione di questa infrastruttura. Per questo siamo cauti. I tempi sono ancora lunghi e sappiamo bene che cosa vivremo nei prossimi anni: tangenziale bloccata con inquinamento, costi e tempi a carico dei pendolari; collegamenti difficoltosi; e un cantiere che non sappiamo quando inizierà e ancor meno quando finirà. Sicuramente è un passo necessario, ma la strada è ancora lunga".

È decisamente più ottimista il sindaco di Concorezzo, Mauro Capitanio. "Finalmente dopo tanti anni si è raggiunta un’intesa trasversale tra i Comuni e sul tipo di tecnologia da adottare, che permetterà di avere un unico vettore da Cologno a Vimercate. Permetterà di percorrere quella tratta in tempi ragionevoli e con una capienza allineata alle esigenze del territorio. Ci sono ancora alcuni punti da risolvere sulle curvature nel tracciato, sul posizionamento delle fermate. Ma è stato fatto un passo in avanti molto importante. Siamo riusciti a coinvolgere tutte le istituzioni, Provincia e Regione comprese: speriamo che il ministro delle Infrastrutture porti alla finalizzazione di questo progetto".