Mensa e pre-scuola a tariffe invariate e in tutta sicurezza per gli studenti sovicesi, senza alcun costo aggiuntivo per le famiglie nonostante l’aggravio di spese necessario per far fronte alle misure anti-Covid. Sarà infatti il Comune a farsi interamente carico di questi oneri in più, pari complessivamente a oltre 100mila euro. In questo modo le somme che i genitori devono...

Mensa e pre-scuola a tariffe invariate e in tutta sicurezza per gli studenti sovicesi, senza alcun costo aggiuntivo per le famiglie nonostante l’aggravio di spese necessario per far fronte alle misure anti-Covid.

Sarà infatti il Comune a farsi interamente carico di questi oneri in più, pari complessivamente a oltre 100mila euro. In questo modo le somme che i genitori devono pagare per il servizio di refezione e per l’accoglienza anticipata la mattina a scuola resteranno le stesse dell’anno passato.

È quanto deciso l’altro giorno dalla Giunta, che si è accollata i costi straordinari del servizio mensa per l’anno 2020-2021: si tratta di circa 90mila euro.

Lo stesso avverrà pure per l’incremento di costi per l’adeguamento del servizio di pre-scuola, che ammonta ad altri 12mila euro. Si eviteranno così aumenti per le famiglie.

"L’obiettivo dell’Amministrazione - sottolinea la sindaca Barbara Magni - è stato fin da subito quello di mettere in campo ogni intervento per garantire la continuità nell’erogazione del servizio mensa anche nel nuovo anno scolastico, contraddistinto da misure eccezionali legate all’emergenza Covid, senza far gravare alcun costo ulteriore sulle famiglie. Per questo abbiamo lavorato durante l’estate con gli uffici comunali e la società a cui è affidato il servizio, che interessa una popolazione scolastica di circa 700 ragazzi, ossia quasi il 10% dell’intera comunità sovicese".

Magni, che ha anche la delega all’istruzione, ha voluto essere presente nelle elementari del paese nel primo giorno di distribuzione dei pasti agli alunni. "Le risorse necessarie, dovute alla normativa anti-Covid, per garantire l’erogazione del servizio di mensa scolastica sono state quantificate in circa 90mila euro per l’intero anno - spiega l’assessore al bilancio Alberto Rivolta - mentre in circa 12mila euro è quantificato il costo suppletivo per il servizio di pre-scuola".

Fabio Luongo