Quotidiano Nazionale logo
24 apr 2022

L’Udc con Bosio, Forza Italia isolata

Il centrodestra spaccato in vista delle prossime elezioni comunali, gli azzurri da soli restano con Sartori

gabriele bassani
Cronaca
Il candidato sindaco Luca Bosio
Il candidato sindaco Luca Bosio
Il candidato sindaco Luca Bosio

di Gabriele Bassani

Anche l’Udc appoggerà ufficialmente Luca Bosio alle prossime elezioni comunali, lasciando sempre più isolata Forza Italia, al momento fuori dalla coalizione di centrodestra e lontana anche dal progetto di un’altrenativa più centrista.

La nuova scelta di campo di Udc, che a Cesano Maderno ha sempre avuto un peso specifico non certo trascurabile (673 voti, pari 4,66% alle precedenti comunali del 2017), anche grazie alla presenza in città del segretario regionale Vincenzo Tortorici, è da considerarsi una svolta rispetto a 5 anni fa, visto che la formazione rappresentata in consiglio da Giuseppe Casalaspro ora correrà sul fronte opposto, dopo avere abbandonato ufficialmente la maggioranza nel gennaio del 2021 a seguito della nomina dell’assessore Marianna Ballerini. "Dopo la consultazione con le sezioni provinciali e regionali, il segretario regionale Vincenzo Tortorici e il consigliere capogruppo, Giuseppe Casalaspro, non hanno dubbi e appoggeranno la candidatura di Bosio" si legge in una nota congiunta.

Secondo gli espondenti di Udc, la scelta di Bosio è preferibile per due motivi, "il primo è la scelta di un candidato sindaco di una lista civica per promuovere un “cambiamento” per la città di Cesano Maderno e attuare finalmente un nuovo modo di fare politica, la seconda è la condivisione del programma elettorale".

A questo punto, Forza Italia resta sempre più isolata nella sua decisione di confermare la candidatura di Michele Santoro.

Ancora ieri si susseguivano le telefonate e le chat tra diversi esponenti locali per cercare di dar vita quanto meno a un’alleanza che comprenda anche una o più liste civiche in modo da dare consistenza al sostegno del candidato Santoro e poterlo presentare come una scelta di “centro” in contrapposizione a quella che lo stesso assessore regionale e coordinatore provinciale di Forza Italia, Fabrizio Sala, dopo avere preso atto delle virate di Lega e Fratelli d’Italia, ha definito "scelta di destra". Servirà ancora qualche giorno per avere l’ufficializzazione del nome di Santoro da parte di Forza Italia ma per il momento quello che è ufficiale è che il centrodestra a Cesano Maderno è spaccato e questo potrà avere conseguenze anche su altri comuni brianzoli, sia tra quelli che vanno al voto a giugno, sia tra quelli in cui si è votato da poco e dove le maggioranze sembrano già traballanti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?