Quotidiano Nazionale logo
3 feb 2022

Litiga col padre che muore: il 45enne resta in cella

All’interrogatorio di convalida l’indagato ha scelto il silenzio. Determinante sarà l’autopsia

Rimarrà in carcere Alberto Andreoli, il 45enne arrestato la notte tra lunedì e martedì a Castelmella con l’accusa di avere aggredito il padre durante una lite furiosa, al culmine della quale il genitore è deceduto in preda a un malore. L’uomo, che risponde di evasione, resistenza a pubblico ufficiale e omicidio preterintenzionale, ieri mattina a Canton Mombello è comparso davanti al gip per l’interrogatorio di convalida, e ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere. Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto la custodia in cella. Determinante per cristallizzare le accuse – o modificarle – sarà l’esito dell’autopsia, affidata dal pm di turno Alessio Bernardi al medico legale Liliana Lancini, in programma per oggi. Stando a quanto ricostruito dai carabinieri della Compagnia di Brescia, Alberto Andreoli – qualche precedente per droga, denunciato qualche mese fa per maltrattamenti proprio dal genitore – lunedì ha lasciato la propria abitazione a Torbole Casaglia, dov’era ristretto ai domiciliari per un’altra vicenda, e ha raggiunto la casa del padre Vittorio, 67 anni, in via Solone Raccagni a Castelmella. Padre e figlio litigavano di continuo per ragioni in fase di accertamento, e anche l’altro giorno non hanno fatto eccezione. Nel pomeriggio Alberto era stato sentito andarsene dal cortile di via Reccagni sgommando in auto, e poi la sera stessa si è ripalesato. Tra i due si è scatenata l’ennesima lite furibonda, con urla e insulti. Il trambusto ha richiamato l’attenzione di una parente degli Andreoli, che vive proprio accanto alla vittima, e di altri vicini, accorsi in aiuto. All’improvviso il 67enne, che durante l’aggressione si sarebbe chiuso in bagno – questa l’ipotesi accusatoria – si è sentito male, si è accasciato ed è deceduto. Il 112 ha ricevuto l’allarme intorno alle 3. Sanitari e carabinieri hanno trovato Vittorio ormai morto, il figlio ancora nell’abitazione, fuori ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?