Quotidiano Nazionale logo
28 feb 2022

Monza, lite condominiale per rumori molesti: spuntano bastone e coltelli

La Questura ha avviato una misura di prevenzione come per lo stalking nei confronti di due fratelli quarantenni

stefania totaro
Cronaca
featured image
La polizia a Monza

Monza, 28 Febbraio 2022 - La Questura di Monza ha avviato un procedimento per l'applicazione di una misura di prevenzione a due fratelli 40enni ritenuti responsabili di una violenta lite condominiale con la minaccia di bastone e coltello per questioni di rumori molesti. Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Squadra Volante sono stati allertati ieri sera verso le 21 da numerosissime chiamate di inquilini allarmati e preoccupati che segnalavano il pericoloso litigio in uno stabile nella zona dello stadio di Monza e, dopo avere indossato i giubbotti di protezione, sono saliti al secondo piano del condominio trovando i due fratelli che discutevano animatamente con un’altra famiglia residente nello stesso condominio. Uno dei fratelli brandiva un bastone lungo circa un metro e l’altro un coltello. I poliziotti li hanno disarmati riportandoli alla calma e hanno scoperto che i motivi del cattivo vicinato erano causati da rumori ritenuti molesti, tali da disturbare la vivibilità all’interno del condominio e che questa situazione andava avanti da tempo, tanto che altri interventi si erano verificati anche a fine anno e all’inizio del mese. Tanto è bastato per spingere il Questore Marco Odorisio ad avviare un procedimento a carico dei due uomini per l’applicazione di una misura di prevenzione, come ad esempio quella di divieto di avvicinamento che si applica in caso di stalking e atti persecutori, istruttoria iniziata con la procedura d’urgenza dal personale dell’Ufficio Polizia Anticrimine.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?