Quotidiano Nazionale logo
1 apr 2022

Le famiglie spendono Beni durevoli in aumento

Secondo l’Osservatorio nazionale Findomestic siamo ai vertici in Lombardia. Smart working, Dad ed efficientamento energetico hanno spinto il settore

cristina bertolini
Cronaca
Monza e Brianza hanno la spesa media familiare più elevata dell’intera Lombardia
Monza e Brianza hanno la spesa media familiare più elevata dell’intera Lombardia
Monza e Brianza hanno la spesa media familiare più elevata dell’intera Lombardia

di Cristina Bertolini

Monza e Brianza è quarta a livello nazionale per reddito pro capite dei cittadini nel 2021 con 25.721 euro e un incremento del 5,4% rispetto all’anno precedente, secondo i dati dell’Osservatorio nazionale Findomestic in collaborazione con Prometeia. Rispetto all’acquisto di beni durevoli, l’Osservatorio ha calcolato che il territorio provinciale è quello con la spesa media familiare più elevata dell’intera Lombardia (3.392 euro) e il terzo in Italia, dopo Modena e Trento. Durante i due anni di pandemia, fa osservare Claudio Bardazzi, responsabile dell’Osservatorio, "le modifiche migliorative alla casa hanno avuto la precedenza sulle altre spese: tra adattamento degli ambienti a smart working e Dad ed efficientamento energetico". Sono fra i cosidetti beni durevoli. In questo ambito la Brianza, con un +12,6% è appena sopra la media regionale del 12,4% (13,866 miliardi di euro), ma si colloca dopo Mantova, Milano e Pavia. A sua volta la Lombardia ha avuto un volume d’affari inferiore alla media nazionale (+13,6%), solo i settori Tv e tecnologia informatica (IT) sono andati meglio. Cauto ottimismo nell’acquisto delle auto: si predilige l’usato. Sul fronte della mobilità, in Brianza gli acquisti delle auto usate (338 milioni) fanno segnare l’incremento più elevato a livello regionale (+14,6%). Invece il mercato di auto nuove (339 milioni) e moto (33 milioni) crescono rispettivamente del 5,9 e del 9,1%, al di sotto della media regionale del 13,9%. Fra le province lombarde, Monza-Brianza è all’ultimo posto per incremento della spesa per elettrodomestici (91 milioni, +14,2%), Tv e Hi-Fi (45 milioni, +36,4%). Anche se è prima in Lombardia per spesa media, in valore assoluto delle famiglie, sempre in elettrodomestici, con 242 euro.

La chiusura di ristoranti e locali per tanti mesi ha fatto crescere l’acquisto di frigoriferi, lavastoviglie, forni e piani cottura. La spesa per i mobili ha toccato i 284 milioni (+18,7%), soprattutto quando è stato possibile tornare all’acquisto in negozio. I brianzoli acquistano online, ma non si fidano del canale telematico per arredare la casa. Mentre gli acquisti per l’IT e la telefonia hanno raggiunto rispettivamente quota 48 e 96milioni, in crescita del 5,3% e del 7,7%. Si prediligono gli acquisti per la casa e quindi cresce del 17% rispetto al 2020 e dell’8,5% rispetto al 2019 il mercato del prestito personale, complici gli incentivi governativi per le ristrutturazioni. I brianzoli cercano formule flessibili tra pratica avviata in agenzia,da poter continuare poi a casa sul canale telematico. "A fine anno - anticipa Bardazzi - sempre sul fronte delle spese per beni durevoli, inseriremo anche le spese per impiantistica per efficientamento energetico: caldaie a condensazione, a biomassa, pompe di calore e pannelli fotovoltaici".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?