Il sindacato Usb contesta: poca trasparenza

Il sindacato Usb contesta: poca trasparenza
Il sindacato Usb contesta: poca trasparenza

Quattordici nuovi agenti in arrivo. E il nuovo comandante, dopoil pensionamento a luglio di Pietro Curcio, ormai in dirittura di arrivo. "Entro fine novembre" conferma l’assessore Moccia. Per il comandante c’è stato da tribolare, visto che il nubifragio della scorsa estate in Romagna ha di fatto obbligato a spostare, a livello nazionale, tutti i concorsi pubblici. Per gli agenti invece a protestare è il sindacato, la Federazione Usb: "L’attuale Amministrazione del Comune, come quella precedente, non riesce a rimanere fuori da contestazioni e ricorsi! In merito all’ultimo concorso da Dirigente indetto qualche mese fa, è stato presentato un ricorso, come era già stato presentato per il concorso precedente vinto dall’ex Comandante Curcio. Evidentemente i bandi, o le procedure concorsuali, non sono particolarmente trasparenti. Potrebbe non essere un problema generale se non fosse che le spese legali restano a carico dei cittadini ed eventuali risarcimenti verranno prelevati dalle casse comunali". Malumori anche per il concorso per i nuovi agenti. "La commissione d’esame che dovrà valutare i candidati è formata da componenti interni al Comando, chiamati a selezionare amici e parenti del personale del Comando stesso! Infatti ci risulta che la maggior parte dei partecipanti siano figli di colleghi ed ex colleghi". E questo "non garantisce nessuna imparzialità. La proposta di sostituire la Commissione interna con una esterna che potesse sgomberare il campo da ogni contestazione, l’Amministrazione ha voluto perseguire la strada già intrapresa non garantendo quindi una procedura assolutamente trasparente.

Moccia respinge le accuse e garantisce "la massima regolarità".