Salvo Veneziano in uno dei locali che gestisce con la famiglia
Salvo Veneziano in uno dei locali che gestisce con la famiglia

Cesano Maderno (Monza e Brianza), 15 gennaio 2020 - È uscito nel modo peggiore Salvo Veneziano, il concorrente cesanese de "Il Grande fratello Vip". Lo avevamo lasciato a poche ore dal suo ingresso nella casa più spiata d’Italia, vent’anni dopo l’edizione numero uno, dove si classificò secondo, raccogliendo un successo strepitoso tanto da renderlo ancora oggi, titolare di una catena di pizzerie, per tutti "Salvo del Grande fratello". La promessa era quella di risentirci "il più tardi possibile" confidando in una sua permanenza fino alla fine. Invece lunedì sera la decisione durissima della produzione che ha decretato la sua espulsione immediata dalla casa, dopo le frasi pronunciate nel privè, discutendo con gli altri tre ex del Grande fratello, Pasquale, Patrick e Sergio. Argomento della discussione era proprio l’altra concorrente della sua stessa zona, Elisa De Panicis, la modella e influencer cresciuta a Solaro, l’ultima inquilina ad entrare nella casa, durante la diretta di venerdì scorso. Salvo si è lasciato andare a frasi molto pesanti, violente nel significato e dalla connotazione sessista. Questa è la lettura che ne ha fatto la produzione che ha preso in breve tempo una decisione così forte. Salvo ha lasciato la casa già nella serata di lunedì, anche se ancora ieri si trovava a Roma impossibilitato a rilasciare dichiarazioni. Ha scelto di intervenire pubblicamente invece la moglie, Giusy Merendino, che vive e lavora con lui a Cesano Maderno, chiedendo scusa a nome di Salvo ma aggiungendo anche di avere sentito un uomo che non sta bene ed è molto ferito.

«Assicuro che l’uomo con cui vivo da vent’anni, padre dei miei figli, non è assolutamente, affatto, un uomo violento, ma tutt’altro. L’esatto contrario. Se così non fosse non sarei rimasta al suo fianco", scrive Giusy. Intervenendo ieri mattina in diretta a Canale 5, la stessa moglie ha riferito di avere avuto una conversazione telefonica con il marito, il quale le ha raccontato di non essersi reso conto di quello che stava dicendo, ma di averlo capito dopo, quando gli sono state mostrate le registrazioni e per questo ha voluto chiedere scusa a lei, ai figli e a tutte le donne. La stessa Giusy ha provato a suggerire una lettura diversa dell’episodio, scrivendo che molti "hanno travisato il suo modo estroso di enfatizzare delle dinamiche di gruppo conosciute, come quella della competizione seduttiva". Al messaggio postato dalla moglie su Facebook sono seguiti molti commenti, per la gran parte in difesa di Salvo, soprattutto da parte di chi lo conosce personalmente e conosce tutta la sua famiglia (oggi Salvo ha 44 anni, tre figli ed è nonno di due nipoti, con un terzo in arrivo). Tutti escludono categoricamente un suo atteggiamento violento, qualcuno gli rimprovera l’eccessiva leggerezza con cui si è lasciato andare ad un linguaggio, oggettivamente, inaccettabile.