Quotidiano Nazionale logo
28 gen 2022

Gli ambientalisti scrivono ai sindaci "Aiutateci a evitare il disastro"

Tredici associazioni chiedono a Provincia e Comuni di intervenire sul progetto di Pedemontana

monica guzzi
Cronaca

di Monica Guzzi "È necessario rimediare il più possibile a carenze progettuali e ricadute negative su viabilità e territorio". Gli ambientalisti tornano in campo. Non solo per dire no a Pedemontana, ma per sollecitare i sindaci a tenere aggiornati i cittadini e a chiedere un confronto che limiti l’impatto dell’opera e ne corregga il progetto. Lo fanno con una lettera inviata ai sindaci delle tratte B2, C e pur se stralciata dal progetto e dal finanziamento, anche della D. La lettera, firmata da tredici associazioni e comitati, sollecita le amministrazioni e la Provincia a svolgere un ruolo "attivo, coordinato e collettivo" di pressione nei confronti di Regione Lombardia e dei ministeri. Punto di partenza, un incontro che nelle scorse settimane ha portato a confrontarsi ad Arcore ambientalisti e amministratori. Nel mirino "un’autostrada di dubbia utilità, dalle innumerevoli criticità ambientali e con un impatto insostenibile per il territorio, i limiti di un finanziamento “last minute” per molti aspetti improprio a partire dal possibile prestito della Bei che non rientra nel campo della “finanza verde” riservata ad interventi ecologicamente e ambientalmente sostenibili e per il quale i gruppi ambientalisti hanno inviato un reclamo alla Bei". Ora la controproposta punta non solo sulle modifiche, ma anche sulle opere di mitigazione e compensazione, cui vanno destinate, scrivono, risorse maggiori. Tra le richieste, quelle di una greenway ciclabile lungo l’intero percorso delle nuove tratte da realizzare contestualmente, oltre all’introduzione dell’esenzione dal pagamento delle utenze locali per brevi tratte. Inoltre "va valutata la connessione dell’autostrada al termine della tratta C con la A51, prendendo atto che ormai appare poco sensato il completamento con la tratta D e che diversi sindaci hanno indicato soluzioni meno impattanti per luoghi di connessione e dimensioni degli svincoli". Bocciato il piano di bonifica della diossina sulla tratta B2, considerato "insufficiente, al risparmio e comunque ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?