Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Due classi in meno, i sindaci scrivono in Regione

Renate, Briosco e Veduggio inviano una lettera all’Ufficio Scolastico: meno possibilità di scelta

Le famiglie potrebbero avere dei problemi con le iscrizioni dei. figli alla primaria
Le famiglie potrebbero avere dei problemi con le iscrizioni dei. figli alla primaria
Le famiglie potrebbero avere dei problemi con le iscrizioni dei. figli alla primaria

I sindaci Matteo Rigamonti (Renate), Antonio Verbicaro (Briosco) e Luigi Dittonghi (Veduggio) scrivono all’ufficio scolastico Regione Lombardia per il riordino e riduzione del numero delle classi prime all’istituto “Sassi” di Renate. I primi cittadinisi oppongono alla riduzione da sette classi prime a cinque.

"Pur comprendendo in parte le ragioni - è scritto sulla missiva - si tratta di una scelta che comporta notevoli criticità per le nostre Amministrazioni e per le famiglie". Per l’anno scolastico 2022-2023 le classi prime previste per l’istituto comprensivo che riunisce le scuole primarie di Renate, Veduggio con Colzano, Briosco e Capriano dovrebbero essere solo cinque invece invece delle solite sette. Storicamente le famiglie potevano scegliere tra due classi alla scuola primaria “Sassi” di Renate, due classi alla primaria “Duchessa d’Aosta” di Briosco, una classe alla primaria “Manzoni” di Capriano e due classi alla primaria “Segantini” di Veduggio con Colzano. Per l’anno scolastico in partenza il prossimo settembre invece pare che sia la primaria “Sassi” di Renate sia la primaria “Duchessa d’Aosta” avranno una sola classe a testa. "La ritardata comunicazione - scrivono i sindaci - oltretutto non ha dato la possibilità alle famiglie di poter pensare ed eventualmente programmare soluzioni più compatibili con le diverse necessità. Ci preme sottolineare la ricaduta sui servizi diretti a garantire il Diritto allo Studio".

Sonia Ronconi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?