Carabinieri
Carabinieri

Monza, 6 dicembre 2018 - Un pestaggio improvviso. Che poteva avere ripercussioni serie. Davanti a decine di genitori e soprattutto di figli. Nei pressi di una scuola elementare di Desio. Per una banale lite. Per un parcheggio. È quanto successo ieri mattina intorno alle 8.30.

Una aggressione che ha creato paura e choc, tra i presenti. E che si è sedata grazie al coraggioso intervento di un testimone e al pronto arrivo dei carabinieri. Questi ultimi stanno cercando di ricostruire la vicenda. Secondo i primi accertamenti, pare sia tutto legato a un problema di parcheggio davanti alla scuola primaria di via Prati. Un classico, perché le criticità – nell’orario di entrata e di uscita – qui come in altre scuole sono all’ordine del giorno. Un papà romeno inizia a inveire contro una connazionale, rea di avergli creato dei problemi, appunto, nel parcheggio. Interviene il marito, italiano, per difendere la donna. E chiedere chiarimenti. «Perché te la prendi con lei?». Per tutta risposta lo straniero si rivolge alla connazionale, nella loro lingua, dandole appuntamento alle quattro di pomeriggio, all’uscita dei bambini. Una minaccia. La donna traduce le parole al marito. Che si scaglia contro l’altro, aggredendolo con violenza.

Una scena che desta subito l’attenzione, e la paura, delle famiglie presenti. «Una scarica di pugni», secondo alcuni testimoni. Vengono chiamati i carabinieri, che placano le acque. I tre soggetti vengono identificati. Seppur malconcio il ferito decide di non farsi medicare. Al momento, non risulta che abbia sporto querela nei confronti dell’avversario