Quotidiano Nazionale logo
17 feb 2022

"Datemi i soldi o vi ammazzo" Due anni di terrore in famiglia

Maltrattava e minacciava gli anziani genitori per avere il denaro per droga e alcol. In cella un ventottenne: a chiedere aiuto la sorella, stanca delle sopraffazioni

sonia ronconi
Cronaca
Alle elezioni comunali la sorella ha avvicinato un carabiniere ai seggi e si è confidata
Alle elezioni comunali la sorella ha avvicinato un carabiniere ai seggi e si è confidata
Alle elezioni comunali la sorella ha avvicinato un carabiniere ai seggi e si è confidata

di Sonia Ronconi "Stasera vi ammazzo, se non mi date i soldi spacco tutto, vi ammazzo tutti". Con queste parole terrorizzava ed estorceva denaro ai genitori, finché la sorella ha detto basta e lo ha denunciato. Gli uomini dell’Arma di Seveso hanno fatto scattare le manette al 28enne sevesino in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Monza. Contro di lui sono stati raccolti gravi indizi di colpevolezza per i reati di maltrattamenti contro familiari o conviventi e di estorsione. Vittime dalla primavera del 2020 ad oggi i genitori di 71 e 73 anni e la sorella 31enne. Il giovane, sotto l’effetto di alcol, psicofarmaci e sostanze stupefacenti, avrebbe insultato e minacciato i propri familiari, arrivando in preda al delirio di rabbia anche a spintonarli, a mettere le mani al collo della madre e a spaccare oggetti, tra cui il telefono della sorella, e a rubare il denaro prelevato dalle loro borse. In queste ripetute occasioni, a carattere pressoché quotidiano, a causa del clima di terrore che nel tempo si era creato tra le mura domestiche , i familiari erano costretti ad allontanarsi da casa o a chiudersi a chiave in camera. I genitori e la sorella erano costretti a subire continue aggressioni fisiche e morali e a vivere in uno stato di perenne esaurimento fisico e psicologico. I familiari sarebbero stati costretti a consegnargli svariate somme di denaro per il pagamento di debiti e per acquistare alcol e sostanze stupefacenti. Poi la decisione di chiedere asiuto. La sorella durante le ultime elezioni amministrative ha avvicinato un carabiniere della Compagnia di Seregno in servizio di vigilanza ai seggi elettorali. Rassicurata dalla divisa, la giovane donna ha raccontato al militare lo stato di grande apprensione in cui lei e i suoi genitori si trovavano a causa ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?