Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Dalla farmaceutica all’elettronica, Stelle al merito ai Maestri del lavoro

L’onorificenza consegnata dal prefetto Palmisani: aiutano i giovani nella formazione e nelle scelte professionali

cristina bertolini
Cronaca
Nove neoeletti Maestri del lavoro brianzoli il 1° maggio hanno ricevuto le Stelle al merito del lavoro in Regione
Nove neoeletti Maestri del lavoro brianzoli il 1° maggio hanno ricevuto le Stelle al merito del lavoro in Regione
Nove neoeletti Maestri del lavoro brianzoli il 1° maggio hanno ricevuto le Stelle al merito del lavoro in Regione

di Cristina Bertolini

Dall’elettronica alle Poste; dalla farmaceutica alla difesa, lavorano nei settori più variegati i 9 neoeletti Maestri del lavoro brianzoli che il 1° maggio hanno ricevuto le Stelle al merito del lavoro, nel gruppo dei 113 insigniti residenti nella Regione Lombardia. Dalla Brianza hanno ricevuto l’onorificienza Carlus Biondi, monzese (di Italfarmaco spa), insieme al collega Gianfranco Pavich; Lucia Daniela Lupica, di Limbiate (Electrolux spa di Solaro) e con lei i colleghi di azienda Roberto Pessotto e Salvatore Schirru; Angelo Macarrone, lissonese, funzionario di Poste Italiane; Fabio Marradi, monzese, (Leonardo spa); Tiziana Tornaghi, di Bernareggio, impiegata di Ibm Italia spa a Segrate e Fulvia Vella, monzese, funzionaria di Bracco Imaging spa a Milano. La decorazione della “Stella al merito del lavoro“, è concessa dal Presidente della Repubblica, ai lavoratori dipendenti da imprese pubbliche o private che si siano particolarmente distinti per singolari meriti di perizia, di laboriosità e di buona condotta morale e comporta il titolo di “Maestro del lavoro“. In Italia più di 14 mila Maestri del Lavoro sono iscritti all’omonima Federazione Nazionale. Tra gli scopi dell’associazione, I Maestri del Lavoro di Monza e Brianza hanno scelto di dare particolare impulso ad attività concrete per favorire l’avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro aiutandoli nella loro formazione e scelte professionali, attraverso incontri formativi.

Sono tante le esperienze che hanno da raccontare neomaestri come Roberto Pessotto, che in Electrolux si occupa di progetti, più che mai attuali, di riduzione del consumo energetico, gas, acqua e sostenibilità. Carlus Biondi, a riposo da fine marzo dopo 36 anni, offre ancora il suo contributo all’azienda come consulente, mentre Angelo Maccarone, 60 anni, di cui 40 di servizio in Poste Italiane, svela i segreti del mestiere ai colleghi più giovani: "La Stella al Merito – dice – è una manifestazione di consideradizone, dopo tanti anni di lavoro". Il gruppo brianzolo è guidato dal console Marco Cantù. Numerose le personalità intervenute, dal Prefetto di Milano Renato Saccone, all’assessore alla Formazione e lavoro di Regione Lombardia Melania De Nichilo Rizzoli. Presenti inoltre tutti i Prefetti delle province lombarde che hanno consegnato ai rispettivi Maestri di pertinenza provinciale le onorificenze: a premiare i brianzoli il prefetto Patrizia Palmisani.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?