Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
7 lug 2022

Dà fuoco alla casa e ci si barrica

Macherio, salvate 20 famiglie. I carabinieri a caccia disperata del figlio piccolo che invece era via con la mamma

7 lug 2022
dario crippa
Cronaca
L’incendio appiccato con la benzina ha completamente distrutto l’abitazione
L’incendio appiccato con la benzina ha completamente distrutto l’abitazione
L’incendio appiccato con la benzina ha completamente distrutto l’abitazione
L’incendio appiccato con la benzina ha completamente distrutto l’abitazione
L’incendio appiccato con la benzina ha completamente distrutto l’abitazione
L’incendio appiccato con la benzina ha completamente distrutto l’abitazione

di Dario Crippa Ha appiccato il fuoco all’appartamento e si è barricato in casa. Soltanto l’intervento dei carabinieri, che hanno fatto irruzione ed evacuato 20 famiglie, ha impedito una tragedia immane. Questo – in maniera scarna – quanto accaduto l’altro giorno a Macherio, in una palazzina a quattro piani di via Leopardi 2. Quello che però ha fatto ancora più impressione è un dettaglio emerso nelle ore successive: il timore che nell’appartamento avvolto dalle fiamme fosse rimasto intrappolato anche un bambino piccolo. Di meno di tre anni. Con questo pensiero in testa la prima pattuglia di carabinieri piombata sul posto si è precipitata al suo interno, avvolto dalle fiamme, a cercare il piccolo per metterlo in salvo. Due militari, oltre al calore insopportabile delle fiamme che si sono trovati ad attraversare, hanno respirato la nuvola di fumo nero, prima di verificare con grande sollievo che il piccolo non era in casa. Per fortuna, come appurato più tardi, si trovava con la madre, la compagna dell’uomo, che non vive con lui. I due militari sono dovuti comunque ricorrere alle cure del pronto soccorso per un principio di intossicazione. Ma facciamo un passo indietro. È all’incirca mezzogiorno di venerdì scorso quando accade tutto. Al secondo piano di una palazzina abitata da una ventina di famiglie c’è anche un albanese di 33 anni. Ha un mucchio di precedenti alle spalle, dai reati contro il patrimonio allo spaccio. Il suo problema più grave però è la tossicodipendenza. Non si sa se sia questa la molla principale che lo fa uscire di senno quel giorno. Fatto sta che con della benzina appicca il fuoco alla sua casa. I vicini di casa preccupati chiamano a dare l’allarme segnalando un forte odore di fumo provenire da un appartamento imprecisato. La Centrale Operativa della Compagnia di Monza viene allertata. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?