Quotidiano Nazionale logo
27 feb 2022

Coltellate a un cameriere, arresto in Brianza

Un muratore di Brugherio la scorsa estate fu complice di un’aggressione in Calabria per punire il servizio troppo lento al ristorante

dario crippa
Cronaca

di Dario Crippa È lì per fare un lavoro. Edilizia. Avanti e indietro fra la “sua” Isola di Capo Rizzuto, in Calabria, dove è nato e cresciuto, e la Brianza, Brugherio, dove vive e lavora. Quella sera, lui e altri due “amici” di Isola vanno al ristorante. È la vigilia di Ferragosto, i turisti a Isola riempiono i locali, c’è parecchio da attendere. Troppo, agli occhi dei tre amici. Che protestano, alzano la voce, forse si scambiano qualche parola di troppo con i camerieri e i titolari delo locale. Finché decidono di andare in cucina a farsi sentire. Qui, le cose precipitano. I due amici più giovani afferranno il cameriere “ritardatario”, mentre quello più “anziano“, un uomo di 59 anni, tira fuori un coltello e lo pugnala. Urla, sangue, paura. La corsa in ospedale, per fortuna senza gravi conseguenze. Nel pomeriggio di venerdì i carabinieri della Tenenza di Isola di Capo Rizzuto, in collaborazione con i colleghi della Stazione di Brugherio, hanno dato esecuzione, nei rispettivi territori di competenza, a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per “tentato omicidio in concorso”, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Crotone su richiesta della locale Procura, nei confronti di I.F., 30enne, residente a Isola di Capo Rizzuto, e G.F., 35enne, residente a Brugherio, piccoli precedenti di polizia alle spalle. Il provvedimento ha accolto le risultanze investigative delle prolungate e articolate indagini, avviate il 14 agosto scorso stesso, a seguito dell’accoltellamento di un 32enne, dipendente di un ristorante del centro isolitano, il quale, all’interno della cucina, per motivi verosimilmente riconducibili alla lentezza del servizio, era stato colpito al corpo con diversi fendenti. I.R.S., 59 anni, quello che lo avrebbe accoltellato, era stato arrestato pochi giorni dopo, il 18 agosto (è ancora detenuto). Determinanti per il buon esito delle indagini e l’identificazione dei complici sono risultate le testimonianze raccolte dai militari. Il racconto ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?